Come fermare il sanguinamento uterino con endometriosi?

Le donne sono state a lungo abituate a perdite di sangue durante le mestruazioni. Tuttavia, in alcuni casi, il sanguinamento uterino è anormale (specialmente quando si verifica nel mezzo del ciclo mestruale, dopo il rapporto sessuale).

Comprendere le cause delle anomalie, i metodi di trattamento e i metodi di auto-aiuto consentiranno a una donna di affrontare rapidamente il problema.

Che cosa causa il sanguinamento associato all'endometriosi?

L'endometriosi è la proliferazione dei tessuti che rivestono l'utero, al di fuori dell'organo cavo. La malattia può iniziare iperplasia endometriale e terminare con adenomiosi. Allo stesso tempo, molto spesso le donne che soffrono di una delle suddette malattie sviluppano altri problemi ginecologici, come:

  • fibromi;
  • polipi;
  • Sindrome dell'ovaio policistico;
  • Fibrosi.

Dovrebbe essere compreso che il meccanismo di sviluppo di sanguinamento in caso di problemi con l'endometrio non è in alcun modo collegato a nessun danno meccanico all'utero. Nella maggior parte dei casi, lo scarico del sangue è molto simile alle normali mestruazioni e sono di natura ormonale.

Così, ad esempio, nell'adenomiosi, quando minuscole masse di cellule endometriosiche si espandono proprio nello spessore dell'utero, il sanguinamento si sviluppa durante le normali mestruazioni. Ma il sangue non esce, ma si accumula nei muscoli circostanti.

In definitiva, si sviluppa l'adenomioma, che può essere visto su ultrasuoni. La donna stessa potrebbe notare solo poche gocce di sangue sulla biancheria.

Fai attenzione! Poiché il sanguinamento descritto nell'articolo ha una natura ciclica ormonale, non si verifica mai durante la gravidanza. Anche se una donna ha una malattia endometriale, dopo il concepimento, qualsiasi scarica uterina di sangue si arresta. Se un problema simile è comunque apparso, allora è severamente vietato fermare il sangue da solo.

Come fermare il sanguinamento associato all'endometriosi?

Infatti, nella maggior parte delle donne, il sanguinamento con endometriosi è simile a una mestruazione molto pesante e dolorosa. Pertanto, i medici raccomandano di non interrompere l'emorragia e cercano di ridurre la manifestazione di sintomi spiacevoli.

Il ritardo del sangue respinto nel corpo, al contrario, porterà a conseguenze negative. Poiché è possibile interrompere il sanguinamento uterino anormale solo dopo l'intervento chirurgico, o un corso di terapia ormonale, tutti i metodi domestici dovrebbero essere considerati solo un trattamento "sintomatico" che non sia correlato alla risoluzione della radice del problema.

Quindi, se la successiva mestruazione è accompagnata da un forte dolore e dal rilascio di una quantità anormalmente elevata di sangue, è possibile applicare una piastra riscaldante con acqua fredda alla regione lombare o all'addome inferiore.

Un raffreddamento improvviso provocherà il restringimento dei vasi sanguigni, che contribuirà a fermare il sanguinamento. Le compresse di raffreddamento possono essere lasciate sulla pelle per non più di 20 minuti. Quindi è necessario fare una pausa per tre o quattro ore e ripetere la procedura solo con la ripresa della dimissione di una quantità anormalmente elevata di sangue.

È importante! In caso di forte sanguinamento uterino è vietato applicare le bottiglie di acqua calda. Nonostante il calore aiuti ad alleviare gli spasmi e ad eliminare la sensazione dolorosa, l'intensità del sanguinamento (dovuta al rilassamento delle pareti del vaso) non farà che aumentare. Alla fine, questo "autoaiuto" può provocare anemia.

Poiché le bottiglie di acqua fredda non alleviano i dolori spasmodici, è inoltre consigliabile bere una dose di carico di vitamina B. Le vitamine del gruppo B non solo ridurranno i livelli di estrogeni, ma contribuiranno anche alla sintesi delle prostaglandine (composti che impediscono i coaguli nel sangue).

Se la casa non ha vitamine sintetiche, allora puoi mangiare fagiolini, pane nero. Dopo che il sanguinamento si è fermato, è necessario bere supplementi di ferro che impediscono lo sviluppo di anemia.

Compresse per sanguinamento uterino in malattie endometriali

Se il sanguinamento uterino è molto abbondante ed è accompagnato da convulsioni, febbre e persino annebbiamento temporaneo della coscienza, è urgente chiamare un'ambulanza.

Durante l'attesa del medico, è consentito bere farmaci antinfiammatori non steroidei a base di paracetamolo, nonché assumere agenti emostatici (Tranexam, Vikasol). Le compresse aiuteranno a eliminare il dolore pelvico, alleviare i crampi muscolari e a interrompere temporaneamente il sanguinamento.

Ma se il sanguinamento uterino pesante si verifica ancora e ancora per diversi mesi, allora i metodi di cui sopra potrebbero non funzionare. È meglio consultare un medico per la selezione dei farmaci.

La medicina ufficiale ritiene che il problema possa essere affrontato solo attraverso un intervento chirurgico. Ma se una donna per qualsiasi motivo non desidera contattare un chirurgo, vengono prescritti preparati ormonali. Devi sapere che questa terapia non sempre aiuta a eliminare la radice del problema.

Più comunemente nominato:

Agonisti dell'ormone che rilasciano le gonadotropine (Buserelin, Leuprorelin).

Questi farmaci riducono il livello di estrogeni, riducono il dolore e prevengono lo sviluppo di forti emorragie uterine. Senza previa consultazione con un medico, è abbastanza pericoloso bere farmaci di questo tipo, perché c'è il rischio di provocare una menopausa artificiale.

Possono anche verificarsi effetti collaterali come secchezza vaginale, stanchezza inspiegabile, perdita ossea e persino vampate di calore.

Contraccettivi orali (Janine, Diane-35).

Dopo un mese di utilizzo, ridurre il dolore mestruale, prevenire lo sviluppo di sanguinamento uterino improvviso. Effetti indesiderati comuni includono gonfiore, leggero aumento di peso.

Farmaci steroidi (Danazol, Danatrol).

Questi farmaci steroidi sono venduti solo su prescrizione medica e aiutano non solo a liberarsi del sanguinamento anormale, ma anche a fermare la crescita dei tessuti endometriotici. L'uso a lungo termine può causare effetti collaterali come irsutismo, acne e alterazioni della voce.

Ogni donna che soffre di endometriosi dovrebbe sapere come fermare il sanguinamento uterino. Ma rifiutare il trattamento non vale la pena, perché c'è il rischio di ammalarsi di cancro. È meglio seguire un ciclo di terapia scelto individualmente e non avere paura del ri-sviluppo del sanguinamento.

Sanguinamento in adenomiosi

L'invasione benigna dell'endometrio nel miometrio (adenomiosi) può essere trovata in almeno il 60% dei casi con esame istologico delle regine estirpate, ma solo poche donne hanno sintomi di questa malattia. L'adenomiosi, accompagnata da sintomi, è di solito osservata nelle donne nel periodo preclusivo, ma si verifica anche in un'età più giovane (in età fertile). L'età preferenziale dei pazienti è di 30-50 anni. Nella maggior parte dei pazienti, l'ipermenorrea e la metrorragia sono più spesso la manifestazione della malattia sanguinamento intermestruale meno caratteristico.

La dismenorrea è un sintomo abbastanza comune e di solito progredisce. Sintomi meno specifici sono dolore e crampi nell'addome inferiore, non associati alle mestruazioni, oltre a una sensazione di pressione sul retto e sulla vescica.

Il sanguinamento in questi pazienti può essere secondario ad un aumento dell'utero e, di conseguenza, della superficie dell'endometrio. Inoltre, l'anovulazione accompagnata da stimolazione estrogenica sbilanciata e iperplasia endometriale è spesso associata ad adenomiosi.

Nel 20-62% dei casi, l'adenomiosi è associata a fibromi uterini. Infine, l'invasione endometriale del miometrio causa l'ipertrofia muscolare liscia locale, che può influire sull'attività contrattile dell'utero.

Con un esame obiettivo, l'utero può essere ingrandito fino alla dimensione di una gravidanza di 10 settimane (raramente più di questo), rotondo e più morbido del solito. La sua superficie è percepita come liscia o leggermente accidentata. La palpazione del fondo può sentire parte della sua tensione, che si verifica più spesso immediatamente prima delle mestruazioni.

Se il medico osserva il paziente durante il ciclo mestruale, può notare un cambiamento nelle dimensioni dell'utero.

L'adenomiosi può essere confusa con un'altra malattia che si verifica spesso in questo gruppo di età - stromatosi o endometriosi dello stroma, che consiste nell'invasione dello stroma dell'endometrio nel miometrio. Patologicamente, è caratterizzato da un'invasione molto più profonda, spesso alla perforazione della membrana sierosa e alla diffusione sugli ampi legamenti dell'utero, il che rende più difficile il trattamento chirurgico.

"Sanguinamento in adenomiosi" e altri articoli della sezione sanguinamento uterino

Sanguinamento pericoloso nell'endometriosi: cosa fare quando non ti devi preoccupare

Il sanguinamento nell'endometriosi è un aspetto caratteristico solo in caso di danni al corpo dell'utero, adenomiosi, ma può verificarsi anche in altre forme.

Spotting nel mezzo del ciclo, di regola, indicano la formazione di polipi nella cavità uterina. Sembrano segni insignificanti, a volte persino sbavanti sulla biancheria intima.

Se un singolo dado può ancora essere attribuito a secrezioni ovulatorie, quelle periodicamente ricorrenti richiedono un attento esame e un successivo trattamento adeguato, di regola, l'isteroscopia, meno spesso, solo i farmaci ormonali possono farcela.

Se una donna ha un danno alle pareti dell'utero per endometriosi (con adenomiosi), può notare la comparsa di gravi emorragie nei giorni delle mestruazioni previste. Ciò è dovuto a una violazione della contrattilità uterina, dell'iperplasia endometriale concomitante e della poliposi.

La donna osserva quanto segue:

  • periodi abbondanti e lunghi di più di 7 giorni;
  • la comparsa di grumi;
  • dolore di natura spasmodica, spesso molto forte e che non passa dopo aver assunto i farmaci.

Il sanguinamento da impianto si verifica all'inizio della gravidanza, quando l'uovo sta solo cercando di penetrare nella parete uterina. Appare se viene violata l'integrità delle navi nel sito di impianto. Di solito non è grande, presenta macchie o appare come una singola macchia rossa. In presenza di ectopia endometrioide nel miometrio, il rischio di tale sanguinamento è maggiore rispetto alle donne sane, poiché lo strato muscolare è poroso, con lacune.

Con sanguinamento medio o periodi periodicamente pesanti con endometriosi, puoi provare a migliorare la situazione con i farmaci. Dovresti cercare cure mediche di emergenza se:

  • ogni 2 ore o anche più spesso è necessario cambiare la guarnizione maxi;
  • insieme allo scarico vanno grossi grumi, che prima non c'erano;
  • mensile insolito per le donne.

Il primo soccorso è il seguente:

  • non puoi fare il lavoro fisico, è meglio sdraiarsi;
  • il ghiaccio può essere applicato al ventre;
  • bere le compresse emostatiche "Tranexam" o "Etamzilat".

In caso di sanguinamento improvviso, di solito viene eseguito un curettage diagnostico separato. Il rilascio della cavità uterina gli permette di contrarsi, il che porta ad una diminuzione delle secrezioni. In caso di piccole emorragie nelle ragazze con endometriosi, se non hanno ancora partorito, la terapia ormonale può essere utilizzata come trattamento iniziale.

Solamente il trattamento conservativo di solito non è sufficiente. In primo luogo, è necessario eliminare la causa del sanguinamento intermestruale - rimuovere polipi o endometrio iperplastico. Per questo, viene eseguito il curettage dell'utero o l'isteroscopia. Altri farmaci prescritti:

  • Emostatico: Etamzilat, Tranexam, Ascorutin, Vikasol e altri;
  • ormonale: è meglio dare la preferenza alle compresse che contengono dienogest, ad esempio "Bonade", "Klayra", "Zhanin", "Vizanna", per installare la Marina "Mirena";
  • vitamine per rafforzare il sistema immunitario e normalizzare il ciclo.
Raschiare l'utero

Farmaci per emorragia implantare:

  • "Etamzilat", se necessario, "Tranexam", ma non più di 3 giorni;
  • "Duphaston", "Utrozhestan" o altri farmaci a base di progesterone per supportare il lavoro del corpo luteo;
  • vitamina E.

Mostrato il riposo fisico e sessuale, i sedativi.

L'Hirudoterapia non può essere utilizzata per fermare il sanguinamento uterino con endometriosi, ma per la sua prevenzione, come metodo per curare una malattia. L'effetto è il seguente:

  • Le sanguisughe agiscono sulle zone riflessogene, rafforzando così il sistema immunitario, stabilendo funzioni di scambio nel corpo;
  • Rilasciano una grande quantità di sostanze biologicamente attive nel sangue di una donna. Questi componenti influenzano la coagulazione del sangue, riducono la gravità dell'infiammazione, alleviano il gonfiore dei tessuti.

Sessioni di Hirudotherapy per endometriosi comportano l'installazione di sanguisughe sulla pelle del basso ventre, così come sulla mucosa vaginale. E l'ultima opzione è la più efficace. Le donne notano una diminuzione del dolore dopo tale trattamento, la normalizzazione della funzione mestruale e problemi con il concepimento e la gestazione.

La durata di una sessione è di circa 20-30 minuti, il corso include almeno 7-10 procedure. Nei primi incontri, il corpo si abitua agli effetti delle sanguisughe, nonché ad una forte diminuzione del volume del sangue (a volte questi animali aspirano fino a 100-200 ml), quindi è meglio posticipare tutte le cose importanti ei viaggi indipendenti in auto.

Posti per sanguisughe per endometriosi

Leggi di più nel nostro articolo sul sanguinamento con endometriosi.

Leggi in questo articolo.

Cause di sanguinamento con endometriosi

L'endometriosi non è causata da disturbi ormonali, ma la patologia è spesso accompagnata da altre malattie per le quali tali cambiamenti sono caratteristici. I principali sintomi della malattia sono dolore, individuazione prima e dopo le mestruazioni. Il sanguinamento nell'endometriosi è un aspetto caratteristico solo in caso di danni al corpo dell'utero, adenomiosi, ma può verificarsi anche in altre forme.

Ciclo medio

Spotting in questo momento, di regola, indicano la formazione di polipi nella cavità uterina. Sembrano essere insignificanti, a volte anche con secrezioni assottigliandosi e raramente ̶ sanguinanti nel mezzo del ciclo.

Se un singolo dado può ancora essere attribuito a secrezioni ovulatorie, quelle periodicamente ricorrenti richiedono un attento esame e un successivo trattamento adeguato, di regola, l'isteroscopia, meno spesso, solo i farmaci ormonali possono farcela.

E qui di più su come i contraccettivi aiuteranno con l'endometriosi.

Ai tempi delle mestruazioni

Se una donna ha un danno alle pareti dell'utero per endometriosi (con adenomiosi), può notare la comparsa di gravi emorragie nei giorni delle mestruazioni previste. Ciò è dovuto a una violazione della contrattilità uterina, dell'iperplasia endometriale concomitante e della poliposi.

La donna osserva quanto segue:

  • periodi abbondanti e lunghi di più di 7 giorni;
  • la comparsa di grumi;
  • dolore di natura spasmodica, spesso molto forte e che non passa dopo aver assunto i farmaci.

impianto

Il sanguinamento da impianto si verifica all'inizio della gravidanza, quando l'uovo sta solo cercando di penetrare nella parete uterina. Non è considerata una norma assoluta, tuttavia, anche gli specialisti non si applicano alla patologia. Si verifica se l'integrità dei vasi nel sito dell'impianto è violata.

Di solito non è ricco, non presenta macchie o appare come una singola macchia rossa. In presenza di ectopia endometrioide nel miometrio, il rischio di tale sanguinamento è maggiore rispetto alle donne sane, poiché lo strato muscolare è poroso, con lacune.

Come fermare il sanguinamento pesante

Con sanguinamento medio o periodi periodicamente pesanti con endometriosi, puoi provare a migliorare la situazione con i farmaci. Tuttavia, per i seguenti sintomi, è necessario ricorrere a cure mediche di emergenza:

  • ogni 2 ore o anche più spesso è necessario cambiare la guarnizione maxi, che è completamente riempita;
  • insieme allo scarico vanno grossi grumi, che prima non c'erano;
  • mensile insolito per le donne.

Il primo soccorso sarà il seguente:

  • non puoi fare il lavoro fisico, è meglio sdraiarsi;
  • il ghiaccio può essere applicato al ventre (ad esempio, uscire dal freezer);
  • bere compresse emostatiche - "Tranexam" o "Etamzilat".

Trattamento del sanguinamento con endometriosi

In caso di sanguinamento improvviso, di solito viene eseguito un curettage diagnostico separato. Il rilascio della cavità uterina gli permette di contrarsi, il che porta ad una diminuzione delle secrezioni. In caso di sanguinamento scarso nelle ragazze con endometriosi nella storia, se non hanno ancora dato alla luce, la terapia ormonale può essere utilizzata come trattamento iniziale.

Pillole da intermestruali

Solamente il trattamento conservativo di solito non è sufficiente. In primo luogo, è necessario eliminare la causa del sanguinamento intermestruale ̶ rimuovere polipi o endometrio iperplastico. Per questo, viene eseguito il curettage dell'utero o l'isteroscopia. Quest'ultima opzione è preferibile a causa del suo maggiore contenuto informativo ed efficacia. Dopo di che, vengono prescritti farmaci aggiuntivi:

  • Emostatico: Etamzilat, Tranexam, Ascorutin, Vikasol e altri;
  • ormonale. È meglio dare la preferenza alle compresse che contengono dienogest, ad esempio "Bonade", "Klayra", "Janine", e anche "Byzanna" o installare la Marina a "Miren";
  • vitamine per rafforzare il sistema immunitario e normalizzare il ciclo.

Farmaci per emorragia implantare

Nel caso di una gravidanza con una storia di una ragazza con endometriosi e sanguinamento uterino, la scelta delle compresse è leggermente diversa. Sono usati i seguenti farmaci:

  • "Etamzilat", se necessario, "Tranexam", ma non più di 3 giorni;
  • "Duphaston", "Utrozhestan" o altri farmaci a base di progesterone per supportare il lavoro del corpo luteo;
  • vitamina E.

Mostrato il riposo fisico e sessuale, i sedativi.

Guarda questo video per sapere quale sanguinamento implantare è:

hirudotherapy

Il trattamento con le sanguisughe può essere usato per non fermare il sanguinamento uterino con endometriosi, ma per prevenirlo, così come un metodo per curare una malattia. L'effetto di hirudotherapy si basa sul seguente:

  • Le sanguisughe agiscono sulle zone riflessogene, rafforzando così il sistema immunitario, stabilendo funzioni di scambio nel corpo;
  • Essi secernono una grande quantità di sostanze biologicamente attive nel sangue di una donna dopo che perforano la pelle e succhiano. Questi componenti influenzano la coagulazione del sangue, riducono la gravità dell'infiammazione, alleviano il gonfiore dei tessuti.
Punti di sosta Leech

Sessioni di Hirudotherapy per endometriosi comportano l'installazione di sanguisughe sulla pelle del basso ventre, così come sulla mucosa vaginale. E l'ultima opzione è la più efficace. Le donne notano una diminuzione del dolore dopo tale trattamento, la normalizzazione della funzione mestruale e problemi con il concepimento e la gestazione.

Le sanguisughe mediche moderne sono assolutamente sicure, vengono utilizzate una volta, coltivate appositamente in condizioni speciali. Non ci sono rischi di trasmissione di infezioni.

E qui di più sui sintomi dell'endometriosi.

La durata di una sessione è di circa 20-30 minuti, il corso include almeno 7-10 procedure. Nei primi incontri il corpo si abitua agli effetti delle sanguisughe e una forte diminuzione del volume del sangue (a volte questi animali aspirano fino a 100-200 ml), quindi nei giorni delle sessioni è meglio rinviare tutte le cose importanti e i viaggi indipendenti in auto.

L'endometriosi è una malattia, la cui causa non è stata ancora stabilita. La malattia è spesso combinata con altri problemi ginecologici che possono causare polipi, iperplasia dell'endometrio e altri. L'endometriosi è caratterizzata da discariche sanguinolente di vario tipo e durata, compreso il sanguinamento. Il trattamento in ciascun caso dipende dalla situazione clinica e può essere sia chirurgico, per esempio, curettage dell'utero, sia conservativo.

Video utile

Guarda questo video su cosa fare e come trattare l'endometriosi uterina:

Trattamento di sanguinamento in adenomiosi

Cambiamenti nel corpo durante la malattia (patogenesi)

Considera la patogenesi della malattia. Il sistema riproduttivo femminile è rappresentato dalle ovaie, dove la maturazione dell'uovo, la formazione del corpo giallo durante l'ovulazione e la secrezione di ormoni, che "sono responsabili" della libido, i cambiamenti nel corpo durante la gravidanza, le caratteristiche sessuali secondarie, ecc. L'ovulo pronto per la fecondazione scende nell'utero attraverso le tube di Falloppio. Se il concepimento si è verificato, è fissato lì, in caso contrario, si spegne insieme con i resti della membrana mucosa durante le mestruazioni attraverso il canale cervicale e la vagina. Nella struttura del muro uterino si distinguono:

  • Endometrio funzionale La sua struttura dipende da cambiamenti ormonali. Nella seconda fase, si allenta per facilitare l'impianto di un ovulo fecondato. Quando si verificano le mestruazioni, viene rifiutato e l'intero processo ricomincia.
  • Miometrio - interlacciamento dei muscoli della muscolatura liscia. Il suo funzionamento assicura la contrazione dell'utero durante le mestruazioni e il parto.
  • Tessuto connettivo sciolto superficiale che svolge una funzione protettiva.

    Cos'è l'adenomiosi uterina? Così chiamato il processo di iperplasia endometriale patologica e la sua crescita nel miometrio. È così che si differenzia dall'endometriosi, che spesso copre tutte le strutture della piccola pelvi. Tuttavia, nelle fasi successive dell'adenomiosi, è interessato anche il tessuto connettivo che copre l'utero. Quindi il processo patologico si diffonde ad altri organi.

    L'adenomiosi è una malattia cronica, i suoi sintomi possono disturbare una donna per tutta la sua vita. Con una terapia adeguata, la remissione della droga è possibile nelle prime fasi. Tuttavia, secondo le statistiche, la ripresa della patologia si verifica in oltre il 70% dei casi, che è un'indicazione per la rimozione dell'utero. A seconda dei cambiamenti fisiologici, si distinguono tali stadi di adenomiosi:

    1. Proliferazione della membrana mucosa allo strato muscolare.
    2. La diffusione dell'endometrio a metà dello spessore del miometrio.
    3. La patologia raggiunge il tessuto connettivo.
    4. Coinvolgimento nella malattia di altre strutture della cavità pelvica e del peritoneo.

    A causa dell'iperplasia della mucosa nell'endometriosi e nell'adenomiosi e nei cambiamenti patologici nel miometrio, il sistema riproduttivo cessa di funzionare correttamente. Il ciclo mestruale è rotto, l'utero aumenta di dimensioni. Nel corso del tempo, inizia il suo graduale degrado. Tale stato serve come indicazione per la chirurgia per rimuovere un organo.

    Tipi di adenomiosi

    La classificazione della malattia si basa sui cambiamenti che si verificano nella struttura interna dell'utero. Per tutti i tipi di stadi caratteristici della patologia descritti sopra. Non c'è alcuna differenza particolare tra loro nel quadro clinico. Quindi, nella pratica ginecologica, si distinguono queste forme di iperplasia endometriale:

  • Adenomiosi diffusa, quando nella cavità dell'organo si trovano grandi tasche piene di tessuto mucoso.
  • Tipo nodulare di adenomiosi interna. Allo stesso tempo nel miometrio si formano più nodi di varie dimensioni, pieni di sangue. Questo sarà particolarmente pronunciato prima dell'inizio delle mestruazioni.
  • Adenomiosi mista, compresa la comparsa di segni di entrambe le forme.

    È impossibile determinare tali cambiamenti durante un'ispezione di routine. Per fare questo, è necessario uno degli studi endoscopici o radiologici. In ogni fase della patologia, i sintomi descritti diventano sempre più pronunciati. A volte l'iperplasia endometriale si sviluppa in adenomioma (o adenomatosi) - un polipo da tessuto muscolare liscio e stroma nella cavità uterina.

    eziologia

    Ad oggi, le cause di adenomiosi non sono state completamente determinate. La malattia praticamente non si verifica in quelle donne che non hanno ancora partorito. Pertanto, i medici associano la patologia a cambiamenti nella parete uterina durante la gravidanza. I processi che si verificano nell'adenomiosi sono spiegati come segue:

  • frequenti malattie infiammatorie e infettive del sistema riproduttivo;
  • l'insorgenza di disturbi ormonali acquisiti dovuti all'assunzione incontrollata di COC (contraccettivi orali combinati), malattie del sistema ipotalamo-ipofisario.

    Inoltre, nell'adenomiosi, i sintomi si manifestano dopo intensi sforzi fisici, depressione costante e stress. Spesso, il fattore scatenante della malattia è l'indebolimento delle difese del corpo a causa di infezioni croniche, mancanza di cibo in vitamine e minerali. Non l'ultimo ruolo nel verificarsi dell'adenomiosi è giocato da fattori ambientali avversi e in sovrappeso. Spesso le cause dello sviluppo del processo patologico sono determinate dai sintomi e dal trattamento dell'iperplasia endometriale.

    Quadro clinico

    Nell'adenomiosi, i sintomi sono vari. Sono individuali per ogni donna e dipendono dallo stadio della malattia, dalle caratteristiche strutturali del sistema riproduttivo e dalle patologie concomitanti. Ad esempio, nel 60% dei pazienti, in parallelo con un endometrio allargato, si notano anche fibromi uterini. La nostra adenomiosi di solito si manifesta con tali sintomi:

    Dolore addominale inferiore Nella fase iniziale, non sono forti, mentre progrediscono, diventano più intensi. La loro posizione dipende dalla posizione della sconfitta dell'utero. Quando l'iperplasia copre la cervice, il dolore dà ai genitali esterni. Il processo sulla parete di fondo è caratterizzato da irradiazione per l'intestino. Se l'adenomiosi fa male nella regione lombare, ciò può indicare la diffusione del processo oltre i limiti del sistema riproduttivo (nei reni o negli ureteri). Inoltre, questo sintomo dipende dal ciclo mestruale. I pazienti hanno notato un aumento del disagio alcuni giorni prima delle mestruazioni.

    Janine con adenomiosi

    Il contenuto

    Molte donne si trovano ad affrontare un fenomeno così spiacevole come l'endometriosi, motivo per cui molti di loro sono preoccupati che Janin sia efficace nell'adenomiosi cronica, come visto dai medici. Sfortunatamente, molte donne non conoscono le caratteristiche di questa malattia e confondono i mezzi principali della sua eliminazione. Ecco perché consideriamo in dettaglio le caratteristiche dell'adenomiosi.

    Cos'è una malattia?

    Perché si sviluppa la malattia?

    Le cause che influenzano l'insorgenza di questa malattia non sono completamente stabilite. Tuttavia, la maggior parte degli esperti concorda sul fatto che lo sviluppo di questa malattia è influenzato dagli ormoni. Con un aumento del livello di ormoni, il rischio di sviluppare questa malattia aumenta in modo significativo.

    Forme della malattia

    Come ogni altra malattia, questa malattia può manifestarsi in diverse forme:

  • Hearth. Questa forma è caratterizzata da una lesione parziale di singoli siti. Molto spesso passa senza sintomi. Il trattamento di questa forma è abbastanza complicato.
  • Uzlovovoy. Questa forma è caratterizzata dal fatto che la lesione si verifica su nodi separati dell'organo. Il trattamento è simile all'eliminazione dei fibromi.
  • Diffuse. La lesione copre praticamente tutto il corpo. Il trattamento di questa forma è molto difficile.

    Abbastanza spesso, la maggior parte delle donne ha una combinazione di diverse forme della malattia.

    Sintomi di malattia

    Abbastanza spesso, questo disturbo scompare senza particolari sintomi. Di norma, viene diagnosticato durante un'ispezione di routine o accertando lo sviluppo di un'altra malattia.

    Ma in alcuni casi la manifestazione di tali sintomi è possibile:

  • Aumentare la durata delle mestruazioni.
  • Spotting a metà ciclo.
  • Grumi durante le mestruazioni.

    Dolore durante le mestruazioni.

    Con lo sviluppo di questa malattia abbastanza spesso c'è un aumento dell'utero più volte. Questo è il motivo per cui molte donne credono che il trattamento di questa malattia dovrebbe essere eseguito il più rapidamente possibile.

    Caratteristiche dell'eliminazione di adenomiosi Zhanin

    Una malattia come l'adenomiosi non rappresenta una minaccia diretta per la vita di una donna, quindi molti esperti ritengono che non sia necessario un trattamento speciale. In effetti, questa malattia non comporta lo sviluppo di gravi complicanze, per cui gli esperti prescrivono il suo trattamento non è in tutti i casi.

    Molto spesso, il trattamento non è prescritto nel caso di:

    Al momento non ci sono medicine che potrebbero eliminare completamente lo sviluppo di questa malattia. Il trattamento viene effettuato con l'aiuto di eliminare i sintomi. Ad esempio, un farmaco come Janine. L'unica forma di esposizione che aiuterà a sbarazzarsi di questa malattia è la sala operatoria. Di norma, comporta la completa rimozione dell'organo.

    testimonianza

    Nel trattamento dell'adenomiosi, questo farmaco si è affermato come uno dei più efficaci. L'alto livello della sua efficacia è dovuto al fatto che è consuetudine fare riferimento alla cosiddetta classe KOC.

    Il compito principale, che aiuta a risolvere il farmaco - la stabilizzazione dei livelli ormonali, senza coinvolgimento nella ghiandola pituitaria. Questo effetto può essere raggiunto attraverso l'uso del rapporto ottimale di ingredienti attivi.

    La struttura include tali componenti che agiscono come ormoni artificiali. Questi includono:

  • Estrogeno derivato - Estradiolo.
  • Derivato del progesterone - Dienogest.

    Il principale vantaggio del farmaco è che la sua composizione dienogest ripete quasi completamente il progesterone naturale, ma è fondamentalmente diversa nella composizione.

    effetto

    L'uso corretto di questo strumento ti consente di ottenere il seguente effetto:

    • Normalizza il corpo
    • Rimbalzare il ciclo mestruale.
    • Per ridurre il livello di dolore durante le mestruazioni.
    • Ripristina il sistema riproduttivo.
    • Elimina le irritazioni cutanee.
    • Migliorare la condizione dei capelli

    Ma, come ogni altro strumento, Janine dovrebbe essere presa solo dopo aver consultato uno specialista.

    La selezione del farmaco è strettamente individuale. Ciò è dovuto al fatto che ciascun organismo risponde in modo diverso alle sostanze attive.

    Molti esperti ritengono che non sarà possibile curare completamente questa malattia con l'aiuto di Janine, ma è abbastanza possibile ridurre la manifestazione dei suoi sintomi.

    Inoltre, al momento di decidere la nomina di Janine, il medico terrà conto dei seguenti indicatori:

  • I risultati del sondaggio.
  • Sfondo ormonale.
  • Protivopokzaniya.

    Caratteristiche di influenza

    Molto spesso, in questa malattia, le donne soffrono di gravi emorragie e spotting. Inoltre, si possono osservare interruzioni del ciclo mestruale.

    È per regolare il ciclo, il medico può prescrivere questo farmaco. Sfortunatamente, l'uso di questo strumento non aiuta a eliminare completamente la malattia, ma aiuta a ridurre il livello di manifestazione dei suoi sintomi.

    Ad esempio, l'assunzione di Zhanin aiuta a ridurre il dolore e il sanguinamento.

    Il trattamento di Zhanin

    Poiché il farmaco agisce come un analogo dei gomoni naturali, non ha praticamente effetti collaterali. Ma per evitare i fenomeni negativi associati alla sua ricezione, è meglio consultare un medico.

    Controindicazioni

    È meglio non prendere Janine quando:

  • Ischemia.
  • Intolleranza individuale
  • Malattie del fegato

    Effetti collaterali

    Molto spesso, molte donne affrontano effetti collaterali a causa dell'uso improprio di vari farmaci. Infatti, al fine di evitare lo sviluppo di fenomeni spiacevoli dovrebbe consultare un medico.

    Uno strumento come quello di Janine a causa della composizione speciale non ha praticamente effetti collaterali. Ma in alcuni casi può verificarsi:

  • Mal di testa.
  • Desiderio sessuale ridotto
  • Aumento del sanguinamento intermestruale.

    Ma questo tipo di effetti collaterali potrebbe non apparire. Prima di tutto, il loro aspetto dipende da quanto sia giustificato l'uso dell'agente per il trattamento e le caratteristiche individuali del corpo femminile. Se questo tipo di effetti collaterali si manifestano, allora è necessario consultare uno specialista.

    Recensioni

    Le recensioni di questo strumento nel trattamento dell'adenomiosi sono abbastanza positive. La maggior parte delle donne nota che l'assunzione di questo farmaco li ha aiutati a ridurre la gravità dei sintomi della malattia e normalizzare gli ormoni.

    Naturalmente, ci sono recensioni negative su questo farmaco. Tuttavia, il più delle volte sono causati da un uso improprio. Inoltre, abbastanza spesso ci sono casi del suo uso con una forma speciale di intolleranza.

    Riassumendo, possiamo dire che l'adenomiosi è una malattia che si verifica nelle donne abbastanza spesso. Il suo sviluppo può ridurre notevolmente la qualità della vita, motivo per cui deve necessariamente essere eliminato. È meglio consultare immediatamente un medico per determinare il trattamento ottimale e misurare l'effetto sulla malattia. Tale farmaco come Janine è prescritto al fine di ridurre la manifestazione di sintomi negativi in ​​questa malattia. Ripete quasi completamente gli ormoni naturali e consente di normalizzare il loro livello. Tuttavia, dovresti prendere in considerazione che è possibile assumere questo farmaco solo dopo l'esame e la prescrizione del medico, perché, come qualsiasi altro rimedio, può causare una serie di effetti negativi. Inoltre, prima di assumere il farmaco deve tener conto della presenza di controindicazioni per il suo uso. Una corretta selezione dei farmaci e l'osservazione di uno specialista ti aiuteranno a sbarazzarti di adenomiosi e a mantenere la salute.

    Utero adenomiosi - diffuso e nodulare, sintomi e segni, algoritmo di trattamento, rimedi popolari

    Cos'è l'adenomiosi?

    L'endometriosi interna (adenomiosi) è una malattia dell'utero. in cui l'endometrio, la sua membrana mucosa interna, cresce in altri strati dell'organo.

    L'adenomiosi è un caso particolare di endometriosi, una malattia sistemica benigna in cui le cellule endometriali iniziano a moltiplicarsi all'esterno della mucosa della cavità uterina.

    Una nuova posizione per le cellule endometriali può essere come organi genitali interni o esterni - l'utero, le tube di Falloppio, le ovaie. la vagina (endometriosi genitale) e altri organi e tessuti del corpo - il tratto gastrointestinale, il sistema urinario, i polmoni. ombelico, ferite postoperatorie, ecc. (endometriosi extragenitale).

    L'endometriosi genitale, a sua volta, è divisa in esterna (endometriosi delle ovaie e della vagina) e interna - endometriosi dell'utero (adenomiosi).

    Una volta fuori dalla mucosa uterina, le cellule endometriali continuano a funzionare secondo il ciclo mensile - questo provoca infiammazione locale e quindi alterazioni degenerative, che interrompono gravemente l'attività dell'organo colonizzato.

    Quindi, il termine "adenomiosi" significa letteralmente degenerazione ghiandolare del tessuto muscolare ("adeno" - ghiandola, "myo" - tessuto muscolare, il suffisso "oz" - alterazioni degenerative). Sotto l'influenza dell'attività delle ghiandole endometriali che hanno invaso il miometrio delle cellule, lo strato muscolare dell'utero subisce gravi cambiamenti patologici, portando alla degenerazione degli organi.

    I termini "endometriosi dell'utero" e "adenomiosi" sono registrati nella classificazione istologica internazionale. Tuttavia, in tutta onestà, si deve notare che secondo una traduzione letterale, l'adenomiosi può essere chiamata solo una forma o un grado di endometriosi dell'utero, quando si verificano gravi alterazioni patologiche nel suo strato muscolare (endometriosi nodulare dell'utero o adenomiosi diffusa di 2-3 gradi).

    Cos'è l'adenomiosi nodulare diffusa, nodulare e diffusa dell'utero?

    Adenomiosi diffusa, nodulare e diffusa-nodulare (mista) - forme morfologiche dell'endometriosi interna dell'utero.

    La forma diffusa di adenomiosi rappresenta morfologicamente la presenza di tasche cieche nell'endometrio, penetrando dall'utero a diverse profondità dei suoi strati (fino alla formazione di fistole nella cavità pelvica).

    La forma nodulare dell'adenomiosi è caratterizzata dalla penetrazione dell'epitelio ghiandolare nello strato muscolare dell'utero con la formazione di nodi di dimensioni diverse. I nodi, di norma, sono multipli, pieni di sangue o liquido color cioccolato, che si forma a causa del funzionamento delle ghiandole endometriali in base al ritmo del sanguinamento mestruale.

    Molto spesso, i nodi endometriotici hanno una trama densa, dal momento che il tessuto connettivo cresce intorno a loro. Tali nodi assomigliano a formazioni incapsulate benigne, ma le cellule endometriali possono anche essere localizzate al di fuori delle crescite del tessuto connettivo a forma di capsula.

    La forma mista e intricata è rappresentata morfologicamente da entrambi i tipi di elementi.

    Su quali basi è determinato dal grado di adenomiosi dell'utero?

    Cos'è l'adenomiosi dell'utero 1, 2, 3 e 4 gradi?

    La classificazione di adenomiosi per il grado di prevalenza non è internazionale, ma è abbastanza conveniente, e quindi si trova spesso nella letteratura nazionale e viene effettuata nella pratica.

    La gravità di questa classificazione è determinata dalla profondità di penetrazione delle cellule endometriali negli strati sottostanti dell'utero (utilizzato esclusivamente in relazione alla forma diffusa di adenomiosi del corpo uterino).

    I. Diffusa proliferazione di cellule endometriali nello strato sottomucoso dell'utero.

    II. Il processo patologico penetrò nello strato muscolare dell'utero, ma catturò non più della metà di questo strato.

    III. Lo strato muscolare è coinvolto nel processo patologico più della metà.

    IV. Crescita delle cellule endometriali al di fuori dello strato muscolare, nella membrana sierosa dell'utero, con un'ulteriore transizione al peritoneo e coinvolgimento degli organi pelvici nel processo.

    Qual è il pericolo di adenomiosi (endometriosi)?

    L'endometriosi è considerata iperplasia benigna (proliferazione patologica del tessuto), poiché le cellule endometriali trasferite ad altri organi e tessuti mantengono la loro struttura genetica. Tuttavia, i segni come la capacità di germinare in altri organi, la tendenza al reinsediamento in tutto il corpo e la resistenza alle influenze esterne - sono legati ai tumori maligni.

    La parola "benigno" si riferisce anche alla prognosi della malattia, che va avanti per anni e decenni, di norma, senza che ciò comporti un grave esaurimento del corpo e della morte. Tuttavia, come nel caso dell'iperplasia maligna (cancro, sarcoma, ecc.), L'adenomiosi (endometriosi) è difficile da trattare in modo conservativo e la chirurgia per questa patologia è molto più voluminosa rispetto a quella dei tumori benigni, poiché è difficile determinare confine tra tessuto sano e malato.

    La complicazione più frequente di adenomiosi è dovuta al fatto che le cellule endometriali che funzionano secondo il ciclo mensile portano a un forte sanguinamento, che è irto di sviluppo di anemia acuta e / o cronica. In alcuni casi, i pazienti devono essere ricoverati in ospedale e persino operati con urgenza per emorragia potenzialmente letale.

    L'adenomiosi è incline a diffondere il processo ad altri organi e tessuti, il che porta a lesioni sistemiche. Con la disposizione extragenitale delle cellule endometriali, è possibile una serie di complicazioni che richiedono un intervento medico di emergenza (ostruzione intestinale nell'endometriosi del tratto gastrointestinale, emoracex (riempimento della cavità pleurica con sangue) nell'endometriosi del polmone, ecc.).

    E infine, un altro pericolo di endometriosi in generale, e adenomiosi in particolare, è la minaccia di una trasformazione genetica maligna delle cellule migrate. Una tale trasformazione è molto reale, poiché ogni iperplasia ha una tendenza più o meno accentuata alla malignità, e nel nuovo sito le cellule endometriali sono costrette a esistere in condizioni estremamente sfavorevoli.

    Quante donne soffrono di adenomiosi?

    La prevalenza dell'endometriosi è la terza tra le malattie ginecologiche (dopo le lesioni infiammatorie delle appendici e dei fibromi uterini).

    L'incidenza dell'endometriosi è di circa il 20-90% (secondo varie fonti). Una tale diffusione di dati digitali non dovrebbe destare sospetti. Il fatto è che molti ricercatori contribuiscono a questi numeri e alle forme subcliniche (asintomatiche) della malattia. Secondo i dati clinici, l'endometriosi asintomatica rappresenta fino al 45% di tutti i casi di patologia e viene rilevata in uno studio sulle donne che cercano aiuto a causa dell'infertilità. Poiché l'endometriosi non porta alla sterilità in tutti i casi, il numero di donne con endometriosi può essere solo indovinato. Da qui l'inesattezza delle cifre sulla prevalenza della patologia.

    L'endometriosi è più comune nelle donne in età riproduttiva, ma in alcuni casi è diagnosticata negli adolescenti, così come nelle donne in menopausa. prendendo la terapia ormonale sostitutiva. In precedenza si pensava che il picco di incidenza fosse in età riproduttiva avanzata e premenopausa, ma c'erano lavori che smentivano questa affermazione.

    Negli ultimi decenni, c'è stato un marcato aumento dell'incidenza dell'endometriosi. Ciò è spiegato, da un lato, dalla violazione dello status immunologico della popolazione sotto l'influenza di molti fattori (problemi ambientali, stress, ecc.), E dall'altro, dall'introduzione dei più recenti metodi diagnostici. rilevamento bruscamente aumentato di forme di basso grado e asintomatiche (laparoscopia, tomografia RMN, ecografia transvaginale).

    Che cosa causa lo sviluppo di adenomiosi?

    Sfortunatamente, le cause e i principali meccanismi di sviluppo dell'endometriosi (adenomiosi) non sono attualmente pienamente compresi.

    Con fiducia possiamo solo dire che l'endometriosi è una malattia ormono-dipendente, il cui sviluppo è promosso da un'attività compromessa del sistema immunitario.

    I fattori di rischio per adenomiosi includono:

  • ereditarietà sfavorevole nell'endometriosi, così come nei tumori benigni e maligni dei genitali femminili;
  • inizio troppo precoce o tardivo delle mestruazioni;
  • insorgenza tardiva dell'attività sessuale;
  • ritardo del parto;
  • parto complicato;
  • l'obesità;
  • varie manipolazioni sull'utero (abettamento, curettage diagnostico);
  • uso del dispositivo intrauterino;
  • uso di contraccettivi orali;
  • malattie infiammatorie dell'utero e appendici, sanguinamento disfunzionale, soprattutto se ci sono stati interventi chirurgici e / o terapia ormonale a lungo termine;
  • la presenza di malattie sistemiche extragenitali (ipertensione, malattie del tratto gastrointestinale);
  • malattie infettive frequenti, reazioni allergiche, che indicano una violazione delle funzioni del sistema immunitario;
  • basso status socioeconomico;
  • duro lavoro fisico;
  • stress, stile di vita sedentario;
  • vivere in una regione ecologicamente sfavorevole.

    Sintomi di adenomiosi uterina

    Il principale e patognomico (caratteristico solo per questa malattia) sintomo di adenomiosi è abbondante e / o prolungato sanguinamento mestruale, che porta a anemia da carenza di ferro secondaria.

    L'anemia, a sua volta, si manifesta con i seguenti sintomi:

    Patognomico per adenomiosi comprende anche la comparsa di macchie marroni 2-3 giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e 2-3 giorni dopo.

    Con forme comuni di adenomiosi, si può sviluppare una metrorragia: sanguinamento uterino. che si verificano nel bel mezzo del ciclo mestruale.

    Un altro segno caratteristico di adenomiosi è la sindrome del dolore che si verifica pochi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e, di norma, scompare 2-3 giorni dopo la sua comparsa (dismenorrea o algomenorrea).

    La natura e la gravità del dolore dipendono dal processo di localizzazione. Sindrome del dolore particolarmente forte è osservata con la sconfitta dell'istmo dell'utero, così come nel caso di adenomiosi diffusa con lo sviluppo di aderenze.

    L'adenomiosi si trova spesso in presenza di tale patologia come il corno addizionale dell'utero, con il quale la clinica può assomigliare ad un addome acuto con endometriosi (il sangue mestruale viene gettato nella cavità pelvica e causa sintomi di peritonite).

    Con l'irradiazione del dolore, è spesso possibile stabilire la localizzazione del processo patologico. Quindi, con la sconfitta dell'utero, il dolore dà all'inguine corrispondente, e con la sconfitta dell'istmo - nella vagina o nel retto.

    Un altro sintomo caratteristico dell'adenomiosi è il dolore durante il rapporto sessuale, specialmente alla vigilia delle mestruazioni (il più comune con le lesioni dell'istmo dell'utero).

    All'esame clinico di pazienti con adenomiosi, viene determinato un aumento dell'utero, particolarmente pronunciato prima delle mestruazioni e nei primi giorni del ciclo mestruale. Perché la forma diffusa è caratterizzata da un utero "sferico". Quando adenomiosi nodulare è talvolta possibile per sondare i nodi.

    Va notato che la gravità dei sintomi di adenomiosi in una certa misura dipende dalla portata del processo. Quindi, l'adenomiosi diffusa di 1 grado è una scoperta casuale quando si eseguono vari esami ed è asintomatica. Tuttavia, in adenomiosi diffusa di 2 e 3 gradi, così come nella forma nodulare di adenomiosi, la gravità dei sintomi clinici non sempre coincide con il grado di prevalenza del processo e la grandezza dei nodi.

    Come si presenta l'adenomiosi in concomitanza con il mioma uterino?

    La probabilità di combinare l'adenomiosi con il mioma uterino è molto alta (fino all'85%, secondo alcuni autori), che è spiegata da meccanismi simili di sviluppo di queste patologie.

    Un aumento dell'utero in questi casi di solito corrisponde alla dimensione dei fibromi. La dimensione dell'organo non ritorna alla normalità dopo le mestruazioni, come nel caso dell'adenomiosi diffusa isolata.

    Tuttavia, i restanti sintomi di adenomiosi se combinati con il mioma non subiscono cambiamenti pronunciati. L'eccezione è rappresentata dai fibromi uterini con una disposizione sottomucosa dei nodi, in questi casi si osserva un abbondante sanguinamento uterino aciclico.

    La combinazione di adenomiosi con mioma uterino è scarsamente trattabile per il trattamento conservativo, quindi è con questa combinazione di patologie che i pazienti sono più spesso invitati a decidere sull'isterectomia (rimozione dell'utero).

    Segni di una combinazione di adenomiosi con endometriosi ovarica

    L'adenomiosi è spesso associata all'endometriosi ovarica, che si spiega con la proliferazione del processo dall'utero. Molti ricercatori suggeriscono che la formazione di escrescenze endometriali sulle ovaie sia associata al lancio di sangue mestruale attraverso le tube di Falloppio, contenente cellule proliferative endometriali vive.

    La prevalenza del processo ci sono quattro gradi di endometriosi ovarica:

    I. Punto foci di endometriosi sulla superficie dell'ovaio e sul peritoneo, nella rientranza tra l'utero e il retto.

    II. Cisti endometriale unilaterale di non più di 6 cm di dimensione, aderenze nelle appendici uterine senza coinvolgimento intestinale.

    III. Cisti endometriali bilaterali di dimensioni fino a 6 cm, adesioni pronunciate con coinvolgimento intestinale.

    IV. Grandi cisti bilaterali, il processo di transizione della vescica e del colon, un processo adesivo comune.

    Con la diffusione dell'endometriosi dall'utero alle ovaie, un intero gruppo di sintomi si unisce ai segni di adenomiosi.

    Prima di tutto, la sindrome del dolore si trasforma. A differenza dell'adenomiosi, il dolore ha una natura costante e periodicamente crescente. L'aumento massimo del dolore è caratteristico dell'inizio delle mestruazioni e del periodo di ovulazione (il rilascio di un uovo maturo dal follicolo nel mezzo del ciclo mestruale). I dolori nell'endometriosi dell'ovaio sono localizzati nell'addome inferiore, nella proiezione dell'utero, hanno un carattere dolente o tirante, danno alla regione lombare, l'osso sacro, nel retto.

    Per adenomiosi, associata a endometriosi dell'ovaio, sindrome premestruale pronunciata più pronunciata. spesso accompagnato da nausea. vomito. raffreddamento delle estremità, un netto calo delle capacità lavorative. Nei primi giorni del ciclo mestruale, è possibile la condizione subfebrilare, un cambiamento nei parametri di laboratorio del totale emocromocitometrico (aumento del numero di leucociti e ESR).

    Con lo sviluppo di aderenze può causare la rottura dell'intestino e della vescica (stitichezza, minzione frequente e dolorosa).

    Durante l'esame clinico, la palpazione delle appendici rivela il loro aumento e la tenerezza, a volte è possibile sondare le cisti dell'endometriosi ovarica. Le cisti sono palpate, di regola, quando la dimensione è più di 6 cm dal lato e / o posteriore all'utero, come formazioni tumorali di consistenza densamente elastica, immobili a causa dello sviluppo di aderenze, fortemente dolorose, specialmente alla vigilia e durante le mestruazioni.

    Per una diagnosi accurata, sono necessari gli stessi tipi di studi come adenomiosi isolata.

    Sulla base di quali studi sono stati diagnosticati con adenomiosi?

    Di fondamentale importanza per la corretta diagnosi è la raccolta dell'anamnesi con la determinazione dell'esistenza di fattori di rischio in questo paziente (eredità sfavorevole, manipolazioni operative sull'utero, alcune malattie fisiche, ecc.) E analisi dei disturbi (abbondanza e / o prolungata mestruazione accompagnata da pronuncia dolore, dolore durante il rapporto sessuale, sintomi di anemia).

    Quindi il medico esegue un esame fisico (esame sulla sedia ginecologica) durante il quale, in caso di adenomiosi, viene generalmente rilevato un ingrossamento dell'utero sferico corrispondente a 8-10 settimane di gravidanza (raramente di più). L'ispezione è meglio eseguita alla vigilia delle mestruazioni, perché in questo momento è più evidente un aumento dell'utero. Quando la forma nodulare di adenomiosi è spesso possibile per sondare i nodi o la tuberosità dell'utero.

    Di norma, un'attenta raccolta dell'anamnesi con analisi dei dati ottenuti, integrata da esami fisici, consente di effettuare correttamente una diagnosi preliminare dell'endometriosi interna dell'utero (adenomiosi).

    Per chiarire la diagnosi, in particolare per determinare la localizzazione e l'estensione del processo, vengono effettuati ulteriori studi strumentali per risolvere il problema di ulteriori tattiche di trattamento del paziente.

    Il gold standard dello studio per l'adenomiosi sospetta è un'ecografia. Inoltre, vengono spesso utilizzati metodi di rilevamento come la risonanza magnetica nucleare. isterosalpingografia e isteroscopia.

    Quali sono i segni di adenomiosi?

    Tra tutti i tipi di ecografia (ecografia), la scansione ecografica transvaginale è più informativa nell'adenomiosi. L'accuratezza della diagnosi con questo metodo di esame supera il 90%.

    Se si sospetta l'adenomiosi, è meglio eseguire un'ecografia alla vigilia delle mestruazioni (nei 23-25 ​​giorni del ciclo).

    Durante i lunghi anni di sviluppo della diagnostica ecografica, i seguenti segni patologici di eco dell'endometriosi interna (adenomiosi) dell'utero sono stati generalmente riconosciuti:

    1. Un aumento della dimensione antero-posteriore dell'utero, con il risultato che l'organo acquisisce una forma sferica.

    2. Ampio utero fino a 6 settimane di gravidanza o più

    3. Asimmetria dello spessore della parete.

    4. L'aspetto alla vigilia delle mestruazioni nella membrana muscolare dell'utero delle cavità cistiche con dimensioni di 3-5 mm e oltre.

    Quale trattamento è prescritto per l'adenomiosi uterina?

    L'adenomiosi non è la sofferenza di un organo separato, ma una malattia sistemica cronica del corpo. Pertanto, il trattamento della patologia richiede un approccio puramente individuale, tenendo conto di tutti i meccanismi dell'insorgenza e dello sviluppo della malattia in un particolare paziente.

    Quindi, quando si sceglie un metodo di terapia, molti fattori vengono presi in considerazione, prima di tutto:

  • l'età del paziente e il suo desiderio di avere figli in futuro;
  • localizzazione e prevalenza del processo patologico;
  • la gravità del quadro clinico e il rischio di complicanze;
  • condizione generale del corpo (presenza di malattie concomitanti, stato del sistema immunitario, ecc.);
  • durata dell'adenomiosi.

    Tutte le misure mediche per combattere l'adenomiosi possono essere classificate come segue:

    I. Trattamento chirurgico

  • radicale (rimozione dell'utero e delle ovaie);
  • conservazione dell'organo (laparoscopia ed escissione di focolai dell'endometro).

    II. Trattamento conservativo:

  • terapia ormonale;
  • terapia antinfiammatoria non specifica;
  • sedativi (sedativi) farmaci;
  • terapia vitaminica;
  • mantenimento della funzionalità epatica;
  • eliminazione dell'anemia;
  • immunomodulatori;
  • terapia assorbibile;
  • fisioterapia.

    III. Trattamento combinato

    L'algoritmo generale per il trattamento dei pazienti con adenomiosi è il seguente: prima di tutto viene prescritto un trattamento conservativo, e se è inefficace, o se ci sono controindicazioni all'uso di farmaci ormonali, si rivolgono a metodi chirurgici di trattamento.

    Negli ultimi anni, le operazioni endoscopiche di conservazione degli organi sono state usate con successo per trattare pazienti in età riproduttiva. Le principali indicazioni per la loro condotta sono:

  • adenomiosi in combinazione con iperplasia endometriale;
  • cisti endometere ovariche funzionanti (più di 5 cm di diametro);
  • suppurazione dell'utero affetto da endometriosi;
  • aderenze nell'ampolla delle tube di Falloppio (la principale causa di infertilità nell'endometriosi);
  • l'inefficacia della terapia ormonale (non esistono dinamiche positive nel trattamento dei farmaci ormonali per più di 3 mesi);
  • la presenza di malattie somatiche, che sono controindicazioni alla terapia ormonale a lungo termine (vene varicose e tromboflebite, grave malattia del fegato, emicrania, stati depressivi, epilessia, disturbi della circolazione cerebrale, obesità, diabete mellito, ipertensione, ecc.).

    Le operazioni di conservazione degli organi non sono un metodo di trattamento radicale, dal momento che è impossibile isolare tutti i focolai di endometriosi, tuttavia, sono il metodo di scelta per le donne che vogliono ripristinare e / o mantenere la fertilità.

    La chirurgia radicale con rimozione dell'utero e / o delle ovaie viene eseguita se sono presenti le seguenti indicazioni:

  • decorso progressivo della malattia nelle donne over 40;
  • mancanza di effetto dal trattamento combinato con l'esecuzione di operazioni di conservazione degli organi;
  • una combinazione di una forma nodulare di adenomiosi o adenomiosi diffusa di grado 3 con mioma uterino;
  • la minaccia della trasformazione maligna.

    È possibile curare l'adenomiosi?

    Adenomiosi: una malattia con un decorso cronico recidivante. Le statistiche sulla ricaduta dopo un trattamento non radicale di successo (terapia conservativa, operazioni di conservazione degli organi) sono circa il 20% all'anno. Dopo cinque anni, il numero di recidive raggiunge il 74%.

    L'effetto più lungo si osserva con l'uso combinato di metodi chirurgici (operazioni di risparmio di organi) e conservativi (terapia ormonale) di trattamento di adenomiosi, ma nella maggior parte dei casi le recidive sono comunque inevitabili.

    La prognosi delle donne in premenopausa è in qualche modo migliore, poiché con l'estinzione fisiologica della funzione ovarica, l'attività del processo si attenua.

    Nei pazienti sottoposti a chirurgia radicale (rimozione dell'utero e delle ovaie), il processo non riprende.

    Posso rimanere incinta con l'adenomiosi uterina?

    L'adenomiosi è la seconda causa principale di infertilità femminile dopo le malattie infiammatorie del tratto genitale femminile. E se, per di più, si considera che parte dell'adnexite cronicamente peggiorante (processi infiammatori nelle ovaie) non è causata da un processo infettivo, ma dall'endometriosi interna, la connessione tra adenomiosi e infertilità diventa ovvia.

    Secondo studi statistici di vari autori, l'infertilità nell'adenomiosi è diagnosticata in ogni terzo o secondo caso, o anche più spesso (secondo alcuni dati, il livello di infertilità tra i pazienti con adenomiosi raggiunge il 60-80%).

    I meccanismi di infertilità nell'adenomiosi sono diversi nei diversi pazienti e, di conseguenza, la prognosi e le tattiche di trattamento saranno diverse.

    Elenchiamo le cause più comuni di infertilità in pazienti con endometriosi interna dell'utero (in ordine decrescente di frequenza di osservazione):

    1. Violazione della funzione di trasporto delle tube di Falloppio a causa di aderenze, o una diminuzione della loro attività motoria, in modo che l'uovo non possa passare dall'ovaio all'utero.

    2. Cambiamenti patologici nella sfera ormonale che impediscono l'ovulazione (maturazione dell'uovo e sua liberazione dal follicolo). Alcuni autori considerano questo motivo la principale causa di infertilità nell'adenomiosi.

    3. Reazioni autoimmuni che portano alla disattivazione dello spermatozoo nell'utero, oltre a prevenire l'impianto di un ovulo fecondato e l'ulteriore sviluppo dell'embrione.

    4. Interruzione anticipata della gravidanza a causa di una maggiore contrattilità del miometrio causata da eventi infiammatori nello strato muscolare uterino.

    5. Dolore durante i rapporti sessuali, rendendo difficile avere una vita sessuale regolare.

    Spesso l'infertilità con adenomiosi può essere causata da diversi motivi contemporaneamente, pertanto è necessario un trattamento a lungo termine complesso per ripristinare la funzione riproduttiva. Il successo della terapia dipende fortemente dalla durata del periodo di infertilità. Quindi, i risultati migliori si ottengono se la sua durata non supera i 3 anni.

    Pertanto, l'adenomiosi porta spesso alla sterilità, tuttavia un trattamento tempestivo e complesso dà la possibilità di ripristinare la capacità di concepire.

    Adenomiosi e gravidanza. C'è la possibilità di fare e dare alla luce un sano

    Fino ad oggi, ha raccolto un sacco di materiale sul corso della gravidanza. parto e il periodo post parto nelle donne che soffrono di endometriosi interna dell'utero (adenomiosi). Le conclusioni generali di numerosi studi possono essere riassunte nelle seguenti posizioni:

    1. Nelle donne con adenomiosi, l'incidenza di infertilità è aumentata (dal 40 all'80% secondo varie fonti), ma un trattamento completo e tempestivo dell'endometriosi nella maggior parte dei casi porta al ripristino della fertilità.

    2. Una frequente complicazione nelle donne con adenomiosi è la minaccia di interruzione prematura della gravidanza. Tuttavia, nella maggior parte dei casi, una terapia adeguata può stabilizzare la condizione. Il trattamento viene eseguito secondo lo schema generale generale, così come nelle donne che non soffrono di adenomiosi.

    3. La cessazione artificiale o spontanea della gravidanza porta ad una recidiva o esacerbazione di adenomiosi con successivo sviluppo accelerato del processo patologico, quindi dovresti, se possibile, sforzarti di preservare la gravidanza.

    4. La maggior parte delle donne con adenomiosi passa in modo sicuro, ma vi è una maggiore tendenza al sanguinamento uterino nella placenta e nel periodo postparto precoce, quindi dovrebbe essere considerata la possibilità di sviluppare queste complicanze.

    5. Dopo il parto con il ripristino della funzione mestruale, il processo può essere attivato, ma è sempre inferiore rispetto al caso di aborto artificiale o spontaneo.

    6. Dopo aborti artificiali e spontanei, così come dopo il parto con il ripristino della funzione mestruale, ai pazienti con una storia di adenomiosi deve essere somministrato un trattamento anti-ricaduta (terapia ormonale, immunomodulatori, antiossidanti, ecc.).

    Quali sono i metodi popolari di trattamento dell'endometriosi interna

    (adenomiosi) utero? È possibile curare le persone con adenomiosi

    Esistono molti modi diversi di trattamento tradizionale per l'adenomiosi, alcuni dei quali sono riconosciuti dalla medicina ufficiale e possono essere inclusi nel trattamento complesso della patologia.

    Tuttavia, la rete e nella vera letteratura quasi medica contengono molti consigli inutili e persino estremamente dannosi, quindi prima di utilizzare una delle ricette popolari per il trattamento dell'adenomiosi, dovresti consultare il medico. In nessun caso si deve sostituire il trattamento prescritto da un medico con metodi tradizionali.

    L'adenomiosi è una malattia soggetta a recidiva, quindi è molto difficile curarla completamente, sia con l'aiuto di ufficiali che con l'aiuto della medicina tradizionale.

    Tuttavia, la medicina ufficiale garantisce che un trattamento completo dell'endometriosi interna dell'utero possa migliorare la qualità della vita, sospendere il processo e minimizzare il rischio di complicanze. Con l'inizio tempestivo di una terapia adeguata, le possibilità di preservare la funzione riproduttiva sono piuttosto elevate.

    Pertanto, in caso di adenomiosi, si dovrebbe prima di tutto cercare l'aiuto della medicina ufficiale. È possibile utilizzare i tradizionali metodi tradizionali approvati per il trattamento dell'adenomiosi dopo aver consultato il proprio medico.

    Prima dell'uso, è necessario consultare uno specialista.

    adenomiosi

    adenomiosi

    Adenomiosi: la germinazione dell'endometrio negli strati sottostanti dell'utero. Colpisce di solito le donne in età riproduttiva, il più delle volte si verifica dopo 27-30 anni. A volte è congenito. Autoestinguente dopo l'inizio della menopausa. È la terza malattia ginecologica più comune dopo annessite e fibromi uterini ed è spesso associata a quest'ultima. Attualmente, i ginecologi hanno notato un aumento dell'incidenza di adenomiosi, che può essere associato sia ad un aumento del numero di disordini immunitari sia ad un miglioramento dei metodi diagnostici.

    I pazienti con adenomiosi spesso soffrono di infertilità. Tuttavia, il legame diretto tra la malattia e l'incapacità di concepire e sopportare un figlio non è stato ancora stabilito con precisione, molti esperti ritengono che la causa dell'infertilità non sia l'adenomiosi, ma la concomitante endometriosi. Un sanguinamento regolare e regolare può causare anemia. PMS grave e intenso dolore durante le mestruazioni influenzano negativamente lo stato psicologico del paziente e possono causare lo sviluppo di nevrosi. Il trattamento di adenomiosi è effettuato da specialisti nel campo della ginecologia.

    La relazione tra adenomiosi e endometriosi

    L'adenomiosi è un tipo di endometriosi, una malattia in cui le cellule endometriali si moltiplicano al di fuori della mucosa uterina (nelle tube di Falloppio, nelle ovaie, nel sistema digestivo, respiratorio o urinario). La proliferazione delle cellule avviene per contatto, linfogena o ematogena. L'endometriosi non è una malattia tumorale, dal momento che le cellule eterotopicamente localizzate mantengono la loro normale struttura.

    Tuttavia, la malattia può causare una serie di complicazioni. Tutte le cellule del rivestimento uterino, indipendentemente dalla loro posizione sotto l'influenza degli ormoni sessuali subiscono cambiamenti ciclici. Si moltiplicano rapidamente e vengono respinti durante le mestruazioni. Ciò comporta la formazione di cisti, l'infiammazione dei tessuti circostanti e lo sviluppo di processi adesivi. La frequenza della combinazione di endometriosi interna ed esterna è sconosciuta, ma gli esperti suggeriscono che la maggior parte dei pazienti con adenomiosi uterina ha focolai eterotopici di cellule endometriali in vari organi.

    Cause di adenomiosi

    Le ragioni per lo sviluppo di questa patologia non sono ancora state determinate con precisione. È stato stabilito che l'adenomiosi è una malattia ormono-dipendente. L'immunità della malattia e il danneggiamento del sottile strato di tessuto connettivo che separa l'endometrio e il miometrio e interferiscono con la crescita dell'endometrio in profondità nella parete dell'utero contribuiscono allo sviluppo della malattia. Il danno alla piastra divisoria è possibile con gli aborti. curettage diagnostico. utilizzando un dispositivo intrauterino. malattie infiammatorie, parto (soprattutto complicate), interventi chirurgici e sanguinamento uterino disfunzionale (soprattutto dopo un intervento chirurgico o durante il trattamento con farmaci ormonali).

    Altri fattori di rischio per lo sviluppo di adenomiosi associati al sistema riproduttivo femminile includono l'inizio troppo precoce o troppo tardivo delle mestruazioni, l'insorgenza tardiva dell'attività sessuale, l'assunzione di contraccettivi orali, la terapia ormonale e l'obesità. comportando un aumento della quantità di estrogeni nel corpo. I fattori di rischio per l'adenomiosi associata a un'immunità compromessa includono cattive condizioni ambientali, malattie allergiche e frequenti malattie infettive.

    Alcune malattie croniche (malattie del sistema digestivo, ipertensione), esercizio eccessivo o insufficiente, hanno anche un effetto negativo sullo stato del sistema immunitario e sulla reattività generale del corpo. Un significato nello sviluppo di adenomiosi è l'ereditarietà sfavorevole. Il rischio di insorgenza di questa patologia è aumentato in presenza di parenti stretti, affetti da adenomiosi, endometriosi e tumori degli organi genitali femminili. L'adenomiosi congenita è possibile a causa di alterazioni dello sviluppo fetale.

    Classificazione di adenomiosi uterina

    Dato il quadro morfologico, ci sono quattro forme di adenomiosi:

  • Adenomiosi focale Le cellule endometriali invadono i tessuti sottostanti, formando foci separati.
  • Adenomiosi nodulare. Le cellule endometriali si trovano nel miometrio sotto forma di nodi (adenomiomi), nella forma simile al mioma. I nodi, di norma, sono multipli, contengono cavità riempite di sangue, circondate da un tessuto connettivo denso derivante dall'infiammazione.
  • Adenomiosi diffusa Le cellule endometriali vengono introdotte nel miometrio senza la formazione di foci o nodi chiaramente visibili.
  • Adenomiosi nodulare diffusa mista. È una combinazione di adenomiosi nodulare e diffusa.

    Data la profondità di penetrazione delle cellule endometriali, si distinguono quattro gradi di adenomiosi:

  • Grado 1 - soffre solo lo strato sottomucoso dell'utero.
  • 2 gradi - colpisce non più della metà della profondità dello strato muscolare dell'utero.
  • Grado 3 - è interessato più della metà della profondità dello strato muscolare dell'utero.
  • 4 gradi - l'intero strato muscolare è interessato, può diffondersi agli organi e ai tessuti vicini.

    Il segno più caratteristico di adenomiosi è lungo (più di 7 giorni), mestruazioni dolorose e molto pesanti. Nel sangue, i trombi sono spesso rilevati. 2-3 giorni prima delle mestruazioni e entro 2-3 giorni dopo il suo completamento, è possibile individuare macchie brunastre. A volte ci sono sanguinamento uterino intermestruale e scarico brunastro a metà del ciclo. I pazienti con adenomiosi spesso soffrono di una grave sindrome premestruale.

    Un altro sintomo tipico di adenomiosi è il dolore. Il dolore di solito si verifica pochi giorni prima dell'inizio delle mestruazioni e si interrompe 2-3 giorni dopo la sua insorgenza. Le caratteristiche della sindrome del dolore sono determinate dalla localizzazione e dalla prevalenza del processo patologico. I dolori più forti si verificano con lesioni dell'istmo e adenomiosi diffusa dell'utero, complicata da molteplici aderenze. Quando localizzato nell'area dell'istmo, il dolore può irradiarsi al perineo, mentre si trova nella zona dell'angolo dell'utero - nella regione inguinale sinistra o destra. Molti pazienti lamentano dolore durante il rapporto sessuale, aggravato alla vigilia delle mestruazioni.

    Più della metà dei pazienti con adenomiosi soffrono di infertilità causata da aderenze nell'area della tuba di Falloppio, che impediscono la penetrazione dell'uovo nell'utero, disturbi della struttura endometriale che impediscono l'impianto delle uova, e processo infiammatorio concomitante, aumento del miometrio e altri fattori che aumentano la probabilità di aborto spontaneo. Una storia di pazienti può mostrare una mancanza di gravidanza con regolare vita sessuale o aborti multipli.

    Le abbondanti mestruazioni nell'adenomiosi spesso comportano lo sviluppo di anemia sideropenica. che può manifestare debolezza, sonnolenza, affaticamento, mancanza di respiro, pallore della pelle e delle mucose, raffreddori frequenti, vertigini. svenimento e svenimento. Grave PMS, prolungamento delle mestruazioni, dolore persistente durante le mestruazioni e peggioramento delle condizioni generali dovute all'anemia riducono la resistenza del paziente allo stress psicologico e possono provocare lo sviluppo di nevrosi.

    Le manifestazioni cliniche della malattia potrebbero non corrispondere alla gravità e all'estensione del processo. 1 grado di adenomiosi, di regola, è asintomatico. A 2 e 3 gradi, sia i sintomi asintomatici o oligosintomatici, sia i sintomi clinici severi possono essere osservati. 4 gradi di adenomiosi, di regola, è accompagnato da dolore, causato da un processo adesivo comune, la gravità dei sintomi rimanenti può variare.

    Durante l'esame ginecologico ha rivelato un cambiamento nella forma e nelle dimensioni dell'utero. Con adenomiosi diffusa, l'utero diventa sferico e aumenta di dimensioni alla vigilia delle mestruazioni, con un processo comune la cui dimensione dell'organo può corrispondere a 8-10 settimane di gravidanza. Quando adenomiosi nodulare, tuberosità uterina o formazioni simili a tumori si trovano nelle pareti dell'organo. Con la combinazione di adenomiosi e fibromi, la dimensione dell'utero corrisponde alla dimensione dei fibromi, l'organo non diminuisce dopo le mestruazioni, i restanti sintomi di adenomiosi di solito rimangono invariati.

    La diagnosi di adenomiosi viene effettuata sulla base della storia, dei reclami dei pazienti, dei dati degli esami sulla sedia e dei risultati degli studi strumentali. Esame ginecologico effettuato alla vigilia delle mestruazioni. La presenza di un utero allargato o di tuberosità o nodi nell'utero in combinazione con dolorose, prolungate, mestruazioni pesanti, dolore durante i rapporti e segni di anemia è la base per fare una diagnosi preliminare di "adenomiosi".

    Il principale metodo diagnostico è l'ecografia. I risultati più accurati (circa il 90%) sono raggiunti con la scansione ecografica transvaginale. che, come un esame ginecologico, viene eseguito alla vigilia delle mestruazioni. L'adenomiosi è evidenziata da un aumento della forma sferica dell'organo, spessore della parete diverso e formazioni cistiche di dimensioni superiori a 3 mm, che appaiono nella parete dell'utero poco prima delle mestruazioni. Nell'adenomiosi diffusa, l'efficacia degli ultrasuoni è ridotta. Il metodo diagnostico più efficace per questa forma di malattia è l'isteroscopia.

    L'isteroscopia viene anche utilizzata per escludere altre malattie, compresi i fibromi uterini e la poliposi uterina. iperplasia endometriale e neoplasie maligne. Inoltre, nel processo di diagnosi differenziale dell'adenomiosi, viene utilizzata la risonanza magnetica durante la quale è possibile rilevare l'ispessimento della parete uterina, anomalie nella struttura del miometrio e focolai di impianto dell'endometrio nel miometrio, nonché valutare la densità e la struttura dei nodi. I metodi diagnostici strumentali per l'adenomiosi sono integrati con test di laboratorio (esami del sangue e delle urine, test ormonali), che consentono di diagnosticare anemia, infiammazione e squilibrio ormonale.

    Trattamento e prognosi per adenomiosi

    Il trattamento di adenomiosi può essere conservativo, operativo o combinato. La tattica del trattamento è determinata in base alla forma di adenomiosi, alla prevalenza del processo, all'età e allo stato di salute del paziente, al suo desiderio di preservare la funzione di fertilità. Inizialmente, condurre una terapia conservativa. Ai pazienti vengono prescritti ormoni, farmaci antinfiammatori, vitamine, immunomodulatori e agenti per mantenere la funzionalità epatica. Trattano l'anemia. In presenza di nevrosi, i pazienti con adenomiosi sono riferiti alla psicoterapia, sono usati tranquillanti e antidepressivi.

    Con l'inefficacia della terapia conservativa, vengono eseguiti interventi chirurgici. Le operazioni per l'adenomiosi possono essere radicali (panisterectomia, isterectomia, amputazione supravaginale dell'utero) o conservazione dell'organo (endocoagulazione dei foci dell'endometriosi). Le indicazioni per l'endocoagulazione dell'adenomiosi sono iperplasia dell'endometrio, suppurazione, presenza di aderenze che impediscono all'uovo di entrare nell'utero, nessun effetto sul trattamento ormonale per 3 mesi e controindicazioni alla terapia ormonale. Progressi di adenomiosi in pazienti di età superiore ai 40 anni, inefficacia della terapia conservativa e interventi chirurgici di conservazione degli organi, adenomiosi diffusa di grado 3 o adenomiosi nodulare in combinazione con mioma uterino, la minaccia di neoplasia sono considerati come indicazioni per la rimozione dell'utero.

    Se l'adenomiosi viene rilevata in una donna che pianifica una gravidanza, si raccomanda di tentare il concepimento non prima di sei mesi dopo aver subito un trattamento conservativo o endocoagulazione. Durante il primo trimestre, il paziente viene prescritto gestagens. La questione della necessità di terapia ormonale nel secondo e terzo trimestre di gravidanza è determinata sulla base del risultato di un esame del sangue per il contenuto di progesterone. La gravidanza è una menopausa fisiologica, è accompagnata da profondi cambiamenti nei livelli ormonali e ha un effetto positivo sul decorso della malattia, riducendo il tasso di crescita delle cellule endometriali eterotopiche.

    L'adenomiosi è una malattia cronica con un'alta probabilità di recidiva. Dopo aver condotto terapia conservativa e interventi chirurgici di conservazione degli organi durante il primo anno, le ricadute di adenomiosi sono rilevate in ogni quinta donna in età riproduttiva. Entro cinque anni, la recidiva è stata osservata in più del 70% dei pazienti. Nei pazienti con età preclimatterica, la prognosi per adenomiosi è più favorevole, che è dovuta alla graduale estinzione della funzione ovarica. La ricorrenza dopo panisterectomia non è possibile. Nel periodo del climaterio, si verifica una ripresa indipendente.

    Segni di adenomiosi dell'utero - sanguinamento e dolore

    1 agosto 2013

    L'adenomiosi dell'utero è la comparsa di focolai di endometriosi (tessuto identico al rivestimento uterino - endometrio) nello strato muscolare uterino (miometrio). I sintomi della malattia di solito corrispondono al grado di penetrazione dell'endometrio nel miometrio. I più comuni segni di adenomiosi uterina: adenomiosi uterina: il problema delle donne di 40 anni è il sanguinamento uterino e il sanguinamento uterino al di fuori delle mestruazioni è un sintomo di una grave malattia e dolore.

    Caratteristiche del corso di adenomiosi

    Sanguinamento uterino

    Le emorragie uterine sono il primo e principale segno di adenomiosi: i segni di adenomiosi sono caratteristici e riconoscibili. Il fatto è che sotto l'influenza degli estrogeni ormoni sessuali femminili, si verifica una crescita rapida e a lungo termine dell'endometrio - questo processo è chiamato proliferazione. Normalmente, la proliferazione dovrebbe essere soppressa da un altro ormone sessuale femminile, il progesterone, il progesterone è la norma e la patologia. ma di solito non è abbastanza.

    Pertanto, l'endometrio cresce fino a quando non vi è rifornimento ormonale, non appena diminuisce, l'endometrio viene rifiutato. Respinge o tutto in una volta, che è accompagnato da un sanguinamento mestruale forte e abbastanza lungo, o in singole sezioni, che è anche accompagnato da sanguinamento - un più lungo, ma meno abbondante. Il sanguinamento mestruale pesante prolungato è chiamato menorragia. Una caratteristica delle mestruazioni nell'adenomiosi è la comparsa di emorragie di colore marrone per due o tre giorni prima del sanguinamento. Lo stesso sanguinamento compare dopo che il mese si esaurisce.

    In caso di adenomiosi, possono anche comparire sanguinamenti aciclici (intermestruali) - metrorragia - associati al flusso irregolare di estrogeni nel sangue.

    Regolari abbondanti perdite di sangue prima o poi portano allo sviluppo dell'anemia da carenza di ferro. L'anemia da carenza di ferro è associata a grandi perdite di ferro, che è parte dell'emoglobina nei globuli rossi. L'emoglobina porta ossigeno agli organi e ai tessuti e assorbe l'anidride carbonica, e la sua carenza interrompe l'attività di tutti gli organi e tessuti, principalmente quelli che hanno bisogno soprattutto di ossigeno, per esempio il cervello.

    I sintomi caratteristici dell'anemia da carenza di ferro sono debolezza, letargia, diminuzione delle prestazioni, mal di testa e vertigini. Più tardi, appare lo svenimento.

    Il dolore prima e durante le mestruazioni è anche uno dei primi e più caratteristici segni di adenomiosi. Dolore associato al fatto che le aree dell'endometriosi, situate nello strato muscolare dell'utero sotto l'influenza degli ormoni subiscono le stesse variazioni cicliche dell'endometrio nell'utero.

    Prima delle mestruazioni, una crescita significativa delle aree endometriosiche porta a edema tissutale, e il loro ulteriore rigetto provoca infiammazione, che aumenta ulteriormente il gonfiore. Il tessuto edematoso schiaccia le terminazioni nervose situate nella parete dell'utero, causando dolore.

    Il dolore è spesso doloroso in natura, sta crescendo in intensità e scarsamente rimosso dagli antidolorifici convenzionali. Sullo sfondo di forti dolori dolorosi, possono comparire dolori spasmodici associati allo spasmo dei muscoli dell'utero - questi sono dolori improvvisi acuti che spesso inducono una donna a cercare un aiuto medico.

    La natura e la posizione del dolore possono rivelare molto a uno specialista, per esempio, in quale parte dell'utero sono localizzati i fuochi dell'endometrio. Quando i fuochi dell'endometriosi si trovano negli angoli dell'utero, il dolore di solito si irradia nella regione inguinale e nella regione cervicale, nel retto o nella vagina.

    In alcune donne, i dolori gravi sono accompagnati da nausea, vomito, mal di testa, febbre, palpitazioni, aumento della sudorazione e talvolta persino perdita di coscienza.

    I segni di adenomiosi sono mestruazioni dolorose, pesanti o prolungate, ogni donna dovrebbe saperlo.

    Adenomiosi dell'utero

    Una malattia benigna in cui lo strato interno dell'utero (endometrio) cresce nello spessore dell'utero stesso è chiamata adenomiosi. In ginecologia, esiste un'altra definizione più complessa di questa malattia: l'adenomiosi è un'endometriosi genitale interna. Possiamo dire che questa malattia non è un fenomeno indipendente, cioè, è una certa forma di endometriosi.

    La caratteristica principale dell'adenomiosi è che l'endometrio cresce solo nel miometrio (strato medio dell'utero) e non si estende oltre i suoi limiti, cioè non infetta gli organi vicini. Va notato che in caso di endomitriosi, le cellule endometriali, al contrario, non hanno una certa localizzazione. Foci indipendenti della malattia possono verificarsi su qualsiasi organo: si tratti di fegato, intestino o organi genitali esterni.

    Le cellule germinate del tessuto endometriale nell'utero (miometrio) continuano a svolgere le sue funzioni principali associate al ciclo mestruale. Di norma, contribuisce allo sviluppo di un processo infiammatorio locale e frequenti recidive causano cambiamenti degenerativi nel miometrio. Naturalmente, nel tempo, l'adenomiosi porta a disturbi patologici dell'utero nel suo complesso.

    Il meccanismo di sviluppo dell'adenomiosi, si può dire, è abbastanza semplice. Sotto l'influenza di alcuni fattori, l'endometrio inizia a crescere gradualmente nel tessuto muscolare dell'utero, senza perdere le sue funzioni principali. Come previsto, nel bel mezzo del ciclo mestruale, le cellule endometriosiche aumentano di dimensioni per la possibile fissazione di un ovulo fecondato. La stessa cosa accade con l'endometrio, coperto dal miometrio.

    Se la gravidanza non si verifica, l'endometrio eccessivo lascia l'utero sotto forma di mestruazioni. Ma nel tessuto muscolare uterino non vi è alcuna via d'uscita per le cellule endometriali allargate, quindi l'organo uterino non può sbarazzarsi di "zavorra" non necessaria. Di conseguenza, la cosiddetta "emorragia minore" si verifica nel miometrio, che porta allo sviluppo del processo infiammatorio.

    In ginecologia, le ragioni specifiche che portano allo sviluppo di adenomiosi nelle donne non sono ancora state stabilite. Tuttavia, ci sono una serie di fattori che possono contribuire alla germinazione dell'endometrio nello spessore dell'utero, nonché alla sua ulteriore crescita. Secondo le statistiche, le donne con una storia di chirurgia dell'utero o dell'aborto hanno maggiori probabilità di sviluppare questa malattia. Anche le donne che hanno attraversato la fascia di età di 35 anni sono a rischio.

    Alcuni scienziati tendono a credere che l'adenomiosi abbia una predisposizione genetica. Ma non vi è alcuna garanzia assoluta che una donna la cui madre è stata malata di adenomiosi, debba assolutamente avere la stessa malattia. Sulla base di queste osservazioni, la maggior parte dei ginecologi nega alcune connessioni tra lo sviluppo dell'endometriosi genitale interna e la predisposizione genetica.

    L'opinione di molte dottoresse concorda su una cosa: stress, pesante sforzo fisico, uno stile di vita molto attivo, tensione costante: questi sono i principali fattori che contribuiscono all '"origine" dell'adenomiosi. Va notato che uno stile di vita sedentario può anche influenzare lo sviluppo di questa malattia. Negli organi della piccola pelvi c'è un ristagno di energia e sangue, che porta ad un ispessimento del tessuto endometriotico e quindi ad adunomiosi.

    Le donne che hanno problemi o malfunzionamenti nel sistema endocrino devono monitorare attentamente la loro salute. Le malattie della ghiandola pituitaria, della ghiandola tiroidea, delle ghiandole surrenali e delle ghiandole genitali femminili, di regola, influenzano negativamente il retroterra ormonale della donna e portano all'interruzione del ciclo mestruale. Naturalmente, tali fallimenti contribuiscono sempre allo sviluppo di adenomiosi.

    Secondo le statistiche, gli amanti del prendere il sole e dei lettini abbronzanti soffrono di questa malattia più spesso delle donne che non abusano delle radiazioni ultraviolette. Queste osservazioni non si applicano alle ragazze giovani, perché solo dopo 30 anni aumenta la suscettibilità alle radiazioni ultraviolette. I bagni di fango, così moderni e popolari tra le donne, sono un altro fattore nello sviluppo di adenomiosi.

    Sintomi di adenomiosi

    La caratteristica principale dell'adenomiosi è asintomatica. Di norma, le donne non notano alcun segno di malattia per molto tempo. L'unica cosa che può spingere una donna a pensare allo sviluppo della malattia è:

  • mestruazioni profuse
  • sanguinamento mestruale insolitamente prolungato
  • le mestruazioni con grossi coaguli di sangue

    Come risultato di un'abbondante perdita di sangue nella maggior parte delle donne malate, si osserva una diminuzione dell'emoglobina, che porta ad anemia da carenza di ferro.

    Sullo sfondo dell'anemia sviluppata, altri segni di "disturbo" nel corpo compaiono nelle donne. Pelle pallida, c'è una debolezza e sonnolenza. Di regola, la capacità di lavoro diminuisce e al minimo sforzo appare la dispnea fisica. La maggior parte delle donne si lamenta di continue vertigini. e a volte sincope a breve termine.

    Sintomi non importanti dell'adenomiosi possono essere considerati sensazioni dolorose durante l'intimità. Le donne aumentano particolarmente acutamente il dolore per diversi giorni prima o dopo le mestruazioni. Le sensazioni spiacevoli e dolorose hanno una chiara localizzazione - questa è l'area dell'istmo dell'utero.

    Lo spotting è un altro segno caratteristico dell'endometriosi genitale interna. Molte donne che soffrono di questa malattia, notano la comparsa di spalmare scarichi marroni pochi giorni (da tre a cinque) prima dell'inizio delle mestruazioni. Dopo la fine del sanguinamento mestruale, lo spotting viene trattenuto per un po 'di tempo (circa tre giorni). Abbastanza spesso, insieme allo scarico, compaiono dolori dolorosi nell'area dell'utero interessato dal processo patologico.

    Un segno caratteristico di adenomiosi può essere tranquillamente considerato - sindrome del dolore pronunciata. Forti sentimenti dolorosi nell'addome inferiore iniziano alcuni giorni prima del sanguinamento mestruale, continuano per l'intero ciclo mestruale e persistono dopo il completamento per uno o due giorni. Di regola, sindrome del sanguinamento e del dolore - questo è un tutto, cioè, ci sono rispettivamente scariche, dolore.

    Il dolore ha una localizzazione chiara, quindi è sufficiente solo per determinare la posizione specifica del processo patologico. Se l'utero dell'istmo è colpito, il dolore si irradia alla vagina o al retto. Con la posizione dell'endometrio patologico nell'angolo dell'utero, il dolore dà all'area inguinale, rispettivamente, il lato interessato. Alla palpazione - dolore di tutto il corpo dell'utero.

    Dovresti sapere che il quadro clinico luminoso dell'adenomiosi dipende direttamente dal suo grado e tipo. Nella pratica ginecologica, ci sono rari casi di rilevamento della malattia da parte dei sintomi nelle prime fasi, perché il decorso della malattia è quasi asintomatico. Piuttosto, è una questione di fortuna. L'adenomiosi diffusa di grado 1-2 può essere determinata solo per caso. La situazione con una vista nodale è leggermente migliore: più nodi, più luminoso è il quadro clinico e, di conseguenza, è più facile stabilire una diagnosi accurata.

    Nella pratica ginecologica, ci sono tre tipi principali di endometriosi genitale interna:

  • diffondere
  • di nodo
  • misto o combinato (diffuso nodulare)

    L'ultima forma di adenomiosi è molto più comune delle due precedenti.

    L'adenomiosi diffusa è caratterizzata dalla crescita endometriale nell'utero, che forma focolai profondi con tessuto endometriotico patologico. La profondità di penetrazione è diversa. In ginecologia, ci sono casi in cui la forma diffusa di questa malattia ha portato alla formazione di fistole.

    Nell'adenomiosi nodulare, le cellule di pseudoendometria invadono il miometrio e formano passaggi endometrioidi, nei quali poi crescono con successo. Vale la pena notare che lo pseudoendometrio è dotato delle stesse funzioni ormonali del vero endometrio. Durante le mestruazioni, anche le nuove cellule endometriosiche vengono respinte, ma non c'è via d'uscita. Ecco come appaiono i nodi.

    Nodi multipli sono riempiti con liquido o sangue marrone che appare come risultato dell'attività funzionale della pseudoendometria, cioè durante le mestruazioni. Fuori i nodi sono coperti con tessuto connettivo denso che forma la capsula.

    L'adenomiosi mista o combinata include segni diffusi e nodulari. Questo tipo si trova nelle donne più spesso.

    Gradi di adenomiosi

    Il grado di adenomiosi dipende direttamente dalla profondità di penetrazione dell'endometrio nell'utero.

    Primo grado Per il primo grado di adenomiosi, la germinazione dell'endometrio allo strato superiore del miometrio è caratteristica. In altre parole: lo strato mucoso non influisce sul tessuto muscolare dell'utero, ma forma solo cavità insignificanti in esso. Quando si esaminano eventuali cambiamenti nella struttura e il rilievo dell'utero non vengono osservati.

    Il secondo grado di adenomiosi è caratterizzato dalla germinazione endometriale al centro dello strato muscolare. Il miometrio si ispessisce, diventa irregolare e la cavità uterina perde la sua precedente elasticità. Con questo grado di malattia, una donna può già avere i primi problemi con l'ideazione o il trasporto di un feto.

    Il terzo grado di adenomia. Il processo patologico interessa il miometrio allo strato sieroso. Cambia in modo significativo la struttura e la superficie del corpo dell'utero. Durante l'esame, sono visibili alcune aree ingrandite in volume, che non hanno confini e contorni chiari. Le pareti dell'utero si addensano notevolmente.

    Quarto grado L'adenomiosi di questo grado è esposta se c'è germinazione endometriale oltre il corpo dell'utero. Ad esempio, nella cavità addominale, nelle ovaie, nelle tube di Falloppio, nella vescica. Se il processo patologico ha colpito la cervice, la diagnosi è l'adenomiosi cervicale, se le ovaie sono adenomiosi ovarica.

    Il primo grado e il secondo non richiedono un intervento chirurgico, il che non può essere detto a proposito del terzo e del quarto. Gli ultimi due - sono difficili da trattamento conservativo, spesso adottato due metodi nel complesso.

    Diagnosi di adenomiosi

    Per diagnosticare l'adenomiosi nelle prime fasi è abbastanza difficile. Per identificarlo, una donna deve sottoporsi a un esame clinico approfondito e approfondito. Il complesso di misure diagnostiche include:

  • Esame ginecologico bimanuale o obiettivo Durante lo studio, vengono valutate la dimensione dell'utero, la sua posizione, la sua forma, la sua mobilità e il suo dolore. Molto importante per determinare la presenza di formazioni, lo stato delle ovaie e le tube di Falloppio. Nell'adenomiosi, l'utero aumenta di dimensioni e assume una forma sferica.
  • Raccolta obbligatoria di strisci per purezza vaginale e analisi citologica
  • Esame della cervice con un colposcopio. Sotto il microscopio, è possibile vedere anche singole cellule germinate dell'endometrio. Infatti, la germinazione del processo patologico sulla cervice è caratteristica dell'adenomiosi di grado 4.
  • Ultrasuoni degli organi pelvici. L'ecografia transvaginale è più comunemente usata. Nella pratica ginecologica si distinguono numerosi segni ecogenici di adenomiosi: dentatura dello strato basale dell'endometrio, consolidamento asimmetrico delle pareti uterine, aumento dell'ecogenicità nelle aree interessate e forma arrotondata dell'utero.
  • Isteroscopia. Un'ispezione visiva della superficie interna dell'utero mostra passaggi endometriotici. Il colore rosa pallido uniforme della mucosa uterina è disturbato da inclusioni marrone scuro, da cui viene periodicamente rilasciato sangue.
  • Uno studio clinico completo su tutti i sistemi di organi: respiratorio, urogenitale, cardiovascolare e digestivo.

    Solo a causa di un esame così approfondito e completo è possibile diagnosticare adenomiosi in una fase precoce e, in fasi successive, è possibile determinare correttamente l'entità del danno attraverso il processo patologico e la sua gravità.

    Trattamento farmacologico di adenomiosi

    Esistono due modi per trattare l'endometriosi genitale interna: trattamento conservativo e chirurgico. Naturalmente, il metodo di trattamento dipende dal grado di adenomiosi. Di norma, il primo e il secondo grado, meno spesso il terzo, sono suscettibili di trattamento conservativo e il quarto viene trattato prontamente.

    Prima di tutto, alle donne vengono prescritti farmaci ormonali che creano artificialmente la menopausa (cessazione delle mestruazioni per un certo periodo). La durata del trattamento va da due a quattro mesi. Alla fine del ciclo di trattamento, la terapia ormonale deve essere proseguita.

    Abbastanza spesso e ampiamente usato nella pratica ginecologica ha usato l'embolizzazione dell'arteria uterina. Questo metodo di trattamento migliora significativamente la circolazione del sangue nei tessuti, che è importante con il ristagno di sangue ed energia nella pelvi.

    L'elettrocoagulazione è un altro trattamento comune per l'adenomiosi. Con questo metodo, le aree interessate dell'utero vengono eliminate.

    Il metodo di trattamento radicale comprende due modi principali:

  • La laparoscopia è la più benigna. L'organo riproduttivo non viene completamente rimosso, ma vengono asportate solo le aree interessate.
  • Rimozione completa dell'utero (isterectomia), a volte con appendici.

    Per la prevenzione della recidiva di adenomiosi, le donne possono assumere contraccettivi ormonali ea 1-2 gradi - come metodo di trattamento. Molti ginecologi raccomandano speciali dispositivi intrauterini che riducono il dolore e normalizzano il sanguinamento mestruale.

    Oltre alla terapia specifica, è anche necessario un trattamento fortificante. Gli antidolorifici sono prescritti per alleviare il dolore, ad esempio, l'ibuprofene o il Nurofen. Molto spesso, l'adenomiosi è accompagnata da anemia, quindi è consigliabile sottoporsi a un ciclo di trattamento con ferro. Per il mantenimento del corpo, i ginecologi raccomandano l'assunzione di vitamine. Alcune donne hanno bisogno di farmaci sedativi (sedativi).

    Trattamento di rimedi popolari

    Insieme al trattamento farmacologico (con il permesso del medico) è possibile utilizzare rimedi popolari per il trattamento della adenomiosi. Ci sono molti preparati a base di erbe che devono essere presi non solo per scopi terapeutici, ma anche per il rafforzamento generale del corpo, migliorando l'immunità. È importante ricordare che qualsiasi trattamento non convenzionale deve essere negoziato con il medico.

    Tutti conoscono da molto tempo le proprietà curative dell'argilla blu. Ma poche persone sanno che è ampiamente usato per il trattamento dell'adenomiosi. Il metodo di applicazione è abbastanza semplice. L'argilla blu dovrebbe essere mescolata con acqua e mescolata fino a una massa omogenea. La miscela risultante deve essere tenuta a bagnomaria per circa 6 minuti, ma non di più. Quindi l'argilla blu viene stesa sul cellofan in uno strato uniforme non più di due centimetri di spessore. Tale impacco dovrebbe essere messo sull'addome inferiore e lasciato per due ore. Il corso del trattamento prevede da cinque a sette procedure complete.

    Un modo efficace, ma meno piacevole per curare l'adenomiosi è l'irudoterapia. Il principio del trattamento: le sanguisughe scelgono punti particolarmente attivi per l'aspirazione, in conseguenza dei quali la circolazione sanguigna e il flusso linfatico nella piccola pelvi sono significativamente migliorati. Inoltre, le sostanze che entrano nel sangue di una donna durante un morso di sanguisuga hanno proprietà antisettiche che aiutano ad alleviare il processo infiammatorio nell'utero e prevenire lo sviluppo di adenomiosi.

    Varie erbe mediche sono ampiamente utilizzate in ginecologia. Con l'aiuto di infusi e decotti a base di erbe, normalizzano il ciclo, correggono i livelli ormonali, regolano e accelerano il metabolismo. È necessario utilizzare le erbe per il trattamento di adenomiosi con il permesso del medico curante e solo sotto il suo controllo vigile. Durante la terapia a base di erbe è proibita la terapia ormonale.

    Ricette decotti e infusi:

  • Le foglie della piantaggine (un cucchiaio) devono essere tritate e quindi versare acqua bollente. Insistere questo decotto per almeno due ore. Modo di somministrazione: dividere il decotto in 4 dosi. Il primo - necessariamente a stomaco vuoto, e il resto - durante il giorno, l'assunzione di brodo non è necessariamente associata all'assunzione di cibo.
  • Fermare il sanguinamento mestruale, alleviare l'infiammazione nell'utero, accelerare il metabolismo aiuterà il decotto di ortica. Brodo di cottura: hai bisogno di un bicchiere di acqua bollente versare due cucchiai di ortica. Lascia che infondi e si raffreddi. Modo di somministrazione: dividere il contenuto del bicchiere in quattro o cinque ricevimenti, utilizzare durante il giorno.
  • Le proprietà medicinali del succo di barbabietola fresco. Metodo di ricezione: accettare ogni mattina prima di pasto su cento grammi di succo fresco.
  • Per rafforzare il miometrio, si dovrebbe seguire un ciclo di trattamento con un decotto di una borsa da pastore. Preparazione: un cucchiaio versare un bicchiere (uno) di acqua bollente. Insistere per un'ora. Modo di somministrazione: prendere almeno quattro volte al giorno, un cucchiaio pieno. Importante - mezz'ora prima dei pasti.
  • La corteccia di viburno è un altro rimedio unico per l'adenomiosi. Preparazione: anche la corteccia di viburno (un cucchiaio) viene versata con un bicchiere di acqua bollente, assicuratevi di insistere per circa un'ora. Modo di somministrazione: solo due cucchiai tre volte al giorno, non è necessario legare con l'assunzione di cibo.

    Brodi di erbe per combattere l'adenomiosi possono essere utilizzati per il lavaggio. Un esempio della ricetta più efficace: la corteccia di quercia, vischio, eucalipto, peonia, achillea e calendula sono prese in parti uguali, quindi la miscela viene versata con acqua bollente e insistono sempre un'ora. Può essere utilizzato quotidianamente per la pulizia.

    La medicina di erbe è piena di molte sfumature che dovresti sapere senza fallo. Oltre alla dose corretta e al metodo di preparazione, è importante sapere quando e quali erbe vengono assunte per il trattamento dell'adenomiosi. Quando si usano per scopi medicinali, alcune erbe raccolte, è necessario tener conto della fase (fase) del ciclo mestruale, come alcuni sono importanti da prendere durante le mestruazioni, e altri - solo pochi giorni prima.

    Collezione prima delle mestruazioni:

  • Boccioli di pioppo
  • Boccioli di betulla
  • piantaggine
  • Aria e tanaceto
  • Bacche di ginepro

    Preparazione: una miscela degli ingredienti di cui sopra (un cucchiaino) viene prodotta con un bicchiere di acqua bollente. È necessario insistere non meno di un'ora. Modo di somministrazione: un quarto di tazza tre o quattro volte al giorno, preferibilmente dopo i pasti. Durante il trattamento con questa collezione, è consigliabile assumere 35-40 gocce di tintura di peonia ogni giorno due volte al giorno. Il corso del trattamento è da tre a cinque cicli mestruali.

    Collezione durante le mestruazioni:

  • Radice di liquirizia
  • Gemme di trifoglio
  • Cipro e anice
  • Foglie di eucalipto
  • Bacche di ribes

    Preparazione: la miscela (un cucchiaino) viene versata con una tazza di acqua bollente, insistendo. Modo di somministrazione: un quarto di tazza tre volte al giorno. Insieme alla collezione, è importante utilizzare 30-35 gocce di Eleutherococcus al giorno. Il corso del trattamento è da tre a cinque cicli mestruali.

    Naturalmente, è necessario capire che un completo recupero dall'endometriosi genitale interna è possibile solo con il primo e il secondo grado. Nelle fasi successive, prendere decotti e tinture dalle erbe medicinali può solo fermare la progressione della malattia e non curarla. Ogni corpo risponde in modo diverso al trattamento, cioè alcuni rimedi popolari delle donne eliminano in modo permanente dalla malattia, mentre altri apportano un sollievo temporaneo.

    Prevenzione di adenomiosi

    Il primo e più importante modo per prevenire l'adenomiosi è visitare regolarmente una dottoressa (una volta ogni sei mesi). Infatti, prima viene diagnosticata la malattia, più è facile trattarla. Non devi tirare e aspettare che passi da solo, più velocemente viene fatta la diagnosi, più veloce sarà il recupero. È importante ricordare che qualsiasi sensazione spiacevole e dolorosa nell'addome inferiore è un'occasione per fare urgentemente visita al ginecologo per stabilire le cause.

    I ginecologi ritengono che lo stress e l'affaticamento costante influenzino fortemente la salute delle donne e, naturalmente, possono portare allo sviluppo di adenomiosi. Per prevenire l'insorgenza della malattia, una donna ha bisogno di riposare di più, fare un bagno rilassante, andare a un massaggio, più spesso essere in un ambiente calmo e accogliente. Le procedure volte ad alleviare la tensione muscolare sono un altro modo per prevenire l'adenomiosi.

    Il ginecologo, se ritenuto necessario, può prescrivere i farmaci necessari e la fisioterapia. Le donne di età superiore ai trent'anni dovrebbero escludere l'esposizione al sole in quantità illimitate, ed è meglio ridurre al minimo le radiazioni ultraviolette.

    Il rispetto della propria salute è il modo principale per prevenire non solo l'adenomiosi, ma anche altre malattie altrettanto pericolose.

    Adenomiosi e infertilità

    Specialisti nel campo della ginecologia hanno dimostrato che l'adenomiosi è una causa comune di infertilità. Ci sono cinque fattori principali che possono portare alla sterilità in questa malattia. Molto spesso ci sono casi in cui diversi fattori sono combinati.

  • Secondo molti ginecologi, la principale causa di infertilità nell'endometriosi genitale interna sono disturbi patologici nella sfera ormonale.
  • Adesioni nelle tube di Falloppio o diminuzione della loro capacità motoria. Come risultato di questa patologia, l'uovo non può muoversi attraverso la tuba di Falloppio nella cavità uterina.
  • Reazione autoimmune del corpo, che porta ad una diminuzione dell'attività dello spermatozoo o alla difficile fissazione di un ovulo fecondato nell'endometrio.
  • Interruzione prematura della gravidanza, principalmente nelle prime fasi, a causa dell'aumento del tono dello strato muscolare dell'utero.
  • Fattore logico Con l'adenomiosi, la maggior parte delle donne sperimenta forti dolori, disagio e disagio durante i rapporti sessuali, e quindi cessa di avere una vita sessuale regolare.
  • È impossibile dire in modo inequivocabile che l'adenomiosi è una frase. Se l'infertilità si è sviluppata meno di tre anni fa, è più facile ripristinare la capacità di concepire che nei casi più avanzati. Un trattamento tempestivo, completo e appropriato aumenta significativamente le probabilità di rimanere incinta e trasportare in sicurezza il bambino. Naturalmente, l'adenomiosi è la causa dell'infertilità, ma esiste anche una cura per questo disturbo.

    Adenomiosi e gravidanza

    È inequivocabile dire che è impossibile rimanere incinta con l'adenomiosi: è impossibile. Dopo tutto, la malattia può essere la causa dell'infertilità e no. Naturalmente, abbastanza spesso questa malattia è la ragione principale per la mancanza di bambini in una donna. A volte anche un lungo trattamento conservativo o chirurgico non porta all'inizio di una gravidanza tanto attesa.

    Ma è importante notare che l'adenomiosi non è una frase. Un gran numero di donne con questa malattia nella storia, tuttavia, sono state in grado di provare tutta la gioia della maternità. La gravidanza può procedere senza complicanze e peculiarità, ei bambini nascono completamente sani. Se ci sono problemi nel concepire un bambino o nel portarlo, è necessario un trattamento tempestivo e adeguato.

    Anche le donne che sono sottoposte a trattamento chirurgico hanno la possibilità di rimanere incinta e trasportare in sicurezza il bambino. Secondo le statistiche, il 40-60% di queste donne era in grado di concepire e partorire normalmente. Naturalmente, le donne incinte con adenomiosi sono costantemente sotto controllo speciale dalla consultazione delle donne al fine di aiutare o prendere qualsiasi misura per salvare la gravidanza in tempo.

    Gli scienziati hanno dimostrato che la gravidanza ha un effetto benefico sul decorso e sulla natura della malattia. Al suo centro, la gravidanza è una menopausa fisiologica, che è così necessaria per una tale diagnosi. Le cellule endometriali eccessive non vengono più respinte e pertanto la sua crescita viene significativamente ridotta. Inoltre, ci sono molti esempi in ginecologia quando una donna guarisce completamente dopo la gravidanza.

    È importante sapere che l'adenomiosi non influisce in alcun modo sul normale sviluppo del feto.

    Prognosi per adenomiosi

    È importante notare che l'adenomiosi non prende mai un decorso maligno della malattia, cioè non degenera in cancro. Secondo le statistiche, circa il 20% delle donne segnala ricadute. Dopo cinque anni, di regola, la malattia si ripresenta nel 75% delle donne.

    Il rischio di recidiva è significativamente inferiore con il trattamento misto. Ad esempio, laparoscopia e terapia ormonale a lungo termine. Sebbene il rischio sia inferiore, le recidive sono inevitabili. Le donne in premenopausa e direttamente in menopausa hanno maggiori probabilità di non affrontare mai più la diagnosi di adenomiosi. Questa caratteristica è causata dall'estinzione fisiologica di tutte le funzioni ovariche.